Partito il mandato tris di Burigo con un occhio all’elettrodotto

Il confermato sindaco: altri Comuni ostacolano lo spostamento dei tralicci. A Luca Balbinot l’incarico di vice con delega a protezione civile e ambiente

SOVERZENE. Al via, nel segno della continuità, il mandato dell’amministrazione guidata per la terza volta da Gianni Burigo. Si è infatti insediato il nuovo consiglio comunale con la gran parte dei membri invariata rispetto ai cinque anni precedenti.

Nel discorso di insediamento Burigo ha voluto confermare quanto fatto in questi anni sui temi di sociale, ambiente e mobilità sostenibile, sottolineando l’impegno a realizzare i progetti ancora da completare.

«Ringrazio tutti i cittadini per la buona affluenza al voto», ha detto, «grazie a tutti i miei compagni di squadra e anche alla lista di minoranza che, con senso civico, si è messa in gioco evitando il rischio del commissariamento. In questi anni abbiamo avuto Vaia e il Covid ma tanto è stato fatto e ora vogliamo confermare e completare tanti progetti. C’è il nodo dei tralicci dell’elettrodotto su cui continuiamo ad insistere nonostante le difficoltà. Ricordiamo che se ne parla dal 1994 ma sembra che interessi solo a noi e a Ponte mentre altri comuni mettono i “bastoni tra le ruote” continuando a ritardare il progetto di spostamento».

«Ci sono poi le criticità idrogeologiche», continua Burigo, «emerse grazie anche alla mappatura del territorio che abbiamo effettuato. Si andrà avanti con i lavori di prevenzione e anche con le varie opere pubbliche. Continueranno poi gli aiuti per i trasporti, la sentieristica, il sociale scuole e famiglie in difficoltà. Come sempre grande attenzione alle piste ciclabili: scelta che si dimostra lungimirante basta pensare che pochi giorni fa sono transitati in paese ben quaranta ciclisti provenienti dall’Estonia. A questo proposito, grazie ai fondi già sbloccati dalla Provincia, vogliamo concretizzare la creazione della passerella ciclopedonale sul Piave».

Durante la seduta consiliare sono stati quindi distribuiti gli incarichi.

Nella giunta largo ai giovani con la novità della promozione di Luca Balbinot al ruolo di vice con delega a protezione civile, ambiente e rapporti con la stampa. Conferma invece per l’assessore Francesca Dal Favero che avrà ancora servizi sociali e rapporti con gli enti sanitari.

Per quanto riguarda gli incarichi ai consiglieri, Annalisa Savi si occuperà di cultura, eventi e cura del verde pubblico in particolare con l’iniziativa “comuni fioriti” e sarà per il momento affiancata dalla nuova entrata Marika Bez. Manuel Savi si occuperà di Unione Montana e mondo scolastico, Sergio Burigo di ufficio tecnico e manutenzioni mentre l’ex vicesindaco Dario Vallata gestirà molti dossier importanti ovvero la mobilità sostenibile, le comunità energetiche, lo sport e il progetto di area per riqualificare le vecchie risorgive a Salet, per questo chiederà la collaborazione di tutti.

Anche la minoranza, composta da Adriano Zoldan, Roberto Burigo (che andrà anche lui in Unione montana) e Amelia Savi, sarà in qualche modo coinvolta.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giornata contro l'abbandono degli animali, il video della polizia racconta il dramma dei cani

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi