Cortina, continua a piovere: l’Alemagna chiusa a Fiames fino a domenica mattina

Per tutta la giornata vigili del fuoco, protezione civile e Anas hanno lavorato per rimuovere la frana sulla Statale.

CORTINA. L’Alemagna è ancora chiusa per frana. E’ slittata ulteriormente la riapertura:  se tutto andrà bene, la Statale all’altezza di Fiames tornerà percorribile la mattina di domenica 7 agostio, dopo che per tutta la giornata vigili del fuoco, Anas e Protezione civile hanno lavorato per sgomberarla dalla colata di ghiaia e massi del tardo pomeriggio di venerdì. «Siamo sul posto con Anas e stiamo facendo le valutazioni necessarie per poter riaprire la Statale 51 a Fiames», sottolinea l’assessore comunale alla Protezione civile Stefano Ghezze. «Allo stato attuale, considerando che è ripreso a piovere, la strada resterà chiusa fino a domenica mattina. Al primo posto c'è sempre la sicurezza che dobbiamo garantire a chi transita».

L’INTERVENTO NOTTURNO PER LIBERARE LA STRADA

Cortina, ecco la frana che ha bloccato la Alemagna

Sarà l’ente gestore a decidere la riapertura, non appena la strada sarà tornata completamente transitabile, nelle condizioni di massima sicurezza. Sotto un nubifragio (più di 70 millimetri di pioggia in un’ora), non ci sarebbero state particolari conseguenze sul manto stradale, a differenza della pista ciclabile, che invece è rimasta seriamente danneggiata. Non è ancora stata fatta una stima della quantità di materiale sceso a valle e soprattutto dei danni, che ha provocato. Per tutta la notte, il traffico è stato deviato sulla viabilità alternativa e questo ha permesso di rimuovere tutti i detriti, prima sulla corsia sud e poi sulla nord, con l’aiuto di una pala gommata. Disagi inevitabili sulla circolazione. Sul posto, anche il sindaco Gianluca Lorenzi e il vice oltre che assessore alla Protezione civile, Stefano Ghezze, che venerdì sera erano preoccupati anche per la possibilità che qualche auto in transito fosse rimasta travolta. E’ andata bene, ma rimane il problema delle colate ogni volta che piove con una certa intensità, in particolare lungo un’arteria, che sarà strategica anche per le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026.

Al momento, quindi, resta chiusa la tratta tra Cortina e Dobbiaco. In alternativa è possibile percorrere il Passo Tre Croci. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In Russia le incredibili Olimpiadi dei tank

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi