In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Covid, l’incidenza dei nuovi casi nel Bellunese è più alta di quella nazionale

Nella settimana appena conclusa registrati 380 positivi in più ogni 100 mila abitanti e anche due decessi

1 minuto di lettura

BELLUNO. Ancora in leggero calo i casi di Covid in provincia di Belluno che sono ad oggi, martedì 16 agosto, 1.751.

Il report dell’Ulss 1 Dolomiti registra 738 nuovi casi di positività nella settimana dall’8 al 14 agosto, cioè 124 in meno rispetto ai sette giorni precedenti. Ma questi numeri evidenziano una incidenza settimanale pari a 380 nuovi casi ogni 100 mila abitanti, un dato superiore a quello nazionale che è pari a 315 nuovi positivi per 100 mila abitanti. 

«Pur se in evidente rallentamento, la circolazione virale di Coronavirus rimane consistente determinando una casistica circa otto volte superiore alla soglia epidemica che è pari a 50 casi settimanali su 100 mila abitanti», precisano dal dipartimento di Prevenzione dell’azienda sanitaria locale.

Ad oggi sono 42 i ricoverati nelle strutture ospedaliere di cui 35 in area non critica, sei in ospedale di comunità e uno in terapia intensiva. Nell’ultima settimana si sono registrati anche due decessi: si tratta di una anziana di 80 anni e uno di 86.

Cresce anche il numero di tamponi eseguiti complessivamente sia dall’Ulss che dalle farmacie e dai medici di famiglia: in media ogni giorno vengono eseguiti 509 tamponi ogni 100 mila abitanti. Restano attivi i Covid point di Paludi nelle giornate di martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 8,30 alle 12,30, mentre a Feltre il servizio tamponi sarà funzionante il lunedì, mercoledì e venerdì alle 8,.30 alle 12,30, ad Agordo i martedì e giovedì dalle 8,30 alle 10, mentre a Tai i test si eseguiranno sempre martedì e giovedì dalle 13.30 alle 15,30.

Continuano anche le somministrazioni delle terapie anti Covid: 463 le dosi di anticorpi monoclonali somministrate dall’inizio della pandemia e 407 i trattamenti con farmaci antivirali. 

Sul fronte delle vaccinazioni, sono state eseguite 13.425 dosi  di secondo booster, pari al 50,8% degli eleggibili over 80.

Dall’Ulss arriva la raccomandazione a tenere alta l’attenzione utilizzando la mascherina Ffp2 in luoghi chiusi o affollati, a lavarsi di frequente le mani e ad autoisolarsi in caso di sintomi.

I commenti dei lettori