In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Pedonata per la prevenzione: dopo due anni di stop ritorna “Il vento tra i capelli”

Il Comitato Salute Donna ripropone la passeggiata nel cuore di Belluno. Grazie alle passate edizioni sono state donate attrezzature al San Martino per quasi 400mila euro

Lina Beltrame
1 minuto di lettura

Sono trascorsi due anni dall’ultima edizione della pedonata “Il vento tra i capelli” che ritorna quest’anno a ottobre, mese internazionale della prevenzione del tumore al seno. Domenica 2 partirà da piazza dei Martiri la lunga sfilata di magliette bianche ad animare la città, per la 15ª edizione dell’evento.

Ados (Associazione Donne operate al seno), Lilt (Lega italiana per la Lotta contro i tumori), Avo (Associazione Volontari ospedalieri), Fidapa (Federazione italiana Donne arti e professioni), Soroptimist e Inner Wheel: questi i sodalizi riuniti sotto la voce “Comitato Salute Donna”, che si impegnano non solo nel giorno della pedonata, ma ogni giorno dell’anno in azioni che direttamente o indirettamente siano di aiuto, sostegno e guarigione dal carcinoma alla mammella, oltre che di prevenzione.

Il Comitato organizzatore, costituito nel 2005 tra le associazioni di volontariato che sui occupano del mondo femminile, in occasione della pedonata ha anche lo scopo di lanciare una campagna fondi per l’acquisto di attrezzature avanzate per lo screening mammografico. «Accanto al successo finanziario raggiunto da anni, quello che ha permesso di donare attrezzature all’avanguardia all’Ospedale “San Martino” per ben 382.686,50 euro», dice la responsabile della parte amministrativa e finanziaria Laura De Bona, «è importante sottolineare che, grazie a una corretta e diffusa informazione, la popolazione bellunese ha recepito il messaggio sull’importanza della prevenzione, della diagnosi precoce del cancro della mammella, nel caso particolare, e della prevenzione in generale per altre patologie». E conclude: «Un altro messaggio legato al progetto è che la tutela e la cura della salute non sono solamente compito delle autorità sanitarie, ma della comunità intera e che ottimi risultati possono dare anche la collaborazione tra pubblico e privato».

L’appuntamento è alle 9 in piazza dei Martiri, dove, chi non l’abbia ancora fatto, potrà versare la quota di 13 euro per l’iscrizione e ricevere la maglietta di cotone riciclabile che verrà indossata durante la pedonata. I partecipanti, assieme alla maglietta, troveranno un dono di Unifarco, che ogni anno si fa sponsor concreto della manifestazione, regalando un prodotto cosmetico: quest’anno una confezione gigante di crema per il corpo.

La partenza sarà alle 10 con un itinerario leggermente modificato rispetto al passato, essendo prevista una variante che da piazza Duomo proseguirà per via Duomo, via Rialto e poi per il consueto percorso fino al traguardo di piazza Martiri: questo per permettere una più agevole partecipazione alle persone diversamente abili.

I commenti dei lettori