In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Accoltellamento alla sagra di Polpet, quindici perquisizioni: si procede per tentato omicidio

Gli accertamenti condotti dai carabinieri. L’appello della Procura: chi sa qualcosa, parli

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Nelle prime ore di questa mattina, i Carabinieri di Belluno hanno eseguito 15 perquisizioni domiciliari e personali, a carico di persone che erano presenti alla rissa di sabato 10 settembre durante la sagra di Polpet.  La Procura di Belluno, a seguito delle prime ricostruzioni dell’evento svolte dai militari deII’Arma, ha aperto un procedimento con l’ipotesi di accusa di tentato omicidio, rissa e porto illegale di armi atte ad offendere.

A seguito dell’evento, che ha visto rimanere feriti con un’arma da taglio due giovani agordini poco più che diciottenni, di cui uno sottoposto anche ad intervento chirurgico, sono stati già individuati alcuni dei soggetti in grado di riferire circostanze utili alle indagini. Le perquisizioni sono state eseguite anche nei confronti di persone che allo stato non sono indagate, ma che potrebbero essere in possesso di elementi utili al prosieguo dell’attività investigativa volta all’identificazione del o dei responsabili.

Gli investigatori anche in queste ore stanno ascoltando persone in grado di riferire particolari suIl’episodio che ha destato clamore nella popolazione. Un fatto su cui la Procura della Repubblica e l’Arma intendono fare chiarezza al più presto. L’invito delI’Autorità Giudiziaria è chiaro: chiunque abbia informazioni utili si rivolga agli investigatori, la mancata collaborazione con gli inquirenti o l’occultamento di informazioni potrebbe costituire favoreggiamento nei confronti dei soggetti che venissero individuati e ritenuti responsabili delle gravi azioni lesive accadute.

I commenti dei lettori