In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Covid, in forte crescita i ricoveri nel Bellunese

In due giorni ben sette persone sono finite all’ospedale,attivati nuovi posti letto. L’Ulss Dolomiti invita la cittadinanza a tenere comportamenti responsabili

Aggiornato alle 1 minuto di lettura
(ansa)

Cresce il numero dei ricoverati per Covid in provincia. L’allarme arriva oggi, 5 ottobre, dall’Ulss 1 Dolomiti che registra ben sette ricoveri in due giorni e l’attivazione di ulteriori posti di degenza per il Covid

Attualmente in provincia ci sono 36 pazienti ricoverati in area non critica,  uno in Terapia intensiva, sette in ospedale di comunità.  «Ora le aree dedicate ai pazienti Covid, oltre a Malattie Infettive, sono distribuite in aree omogenee di degenza nei presidi di Belluno e Feltre», precisa la direttrice generale, Maria Grazia Carraro che aggiunge: «Visti i numeri in forte crescita, sia in termini di incidenza settimanale (oggi a 623 casi ogni 100 mila abitanti rispetto a una media nazionale di 412) sia in termini di ricoveri (+7 in due giorni), cerchiamo di tenere massima attenzione per i comportamenti preventivi».

«Come osservato negli scorsi due anni, nel nostro territorio la crescita dei contagi parte prima che altrove», commenta Carraro, «è necessario che ognuno di noi sia responsabile, per se stesso e soprattutto per tutelare le persone fragili e gli anziani. I comportamenti preventivi sono sempre quelli che abbiamo imparato a conoscere: utilizzare la mascherina, arieggiare i locali, lavarsi frequentemente le mani, isolarsi e fare un tampone in caso di sintomatologia e la vaccinazione. Ricordo che sono ora disponibili i nuovi vaccini anti Covid bivalenti, raccomandati per gli over 60, disponibili per tutti gli over 12». 

 L’Ulss Dolomiti sta monitorando l’andamento dell’epidemia per un eventuale rafforzamento dei punti tamponi e dell’offerta vaccinale (attualmente entrambi prenotabili dal sito www.aulss1.veneto.it)

I commenti dei lettori