In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Its, 12 aziende del territorio pronte a formare gli studenti

Confermati gli accordi con Edim Bosch, Meccanostampi, Technowrapp, Clivet, Epta Group, Luxottica e Sinteco, nuovi accordi con Npe di Longarone, Bim Gsp e Mevis di Belluno, Cag di Borgo Valbelluna e Firex di Sedico

pda
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Dodici aziende del Bellunese sono pronte ad accogliere nei propri stabilimenti i 21 studenti del primo anno del corso di alta specializzazione Its. Qui i ragazzi svolgeranno le 400 ore di tirocinio previste per l’anno scolastico in corso.

Ieri, nell’aula magna dell’Iti Segato, gli studenti hanno assistito alla presentazione delle singole imprese, prima di affrontare i colloqui di selezione.

Oltre alle “vecchie” riconferme (Edim Bosch, Meccanostampi, Technowrapp, Clivet, Epta Group, Luxottica e Sinteco), quest’anno per i 21 studenti ci saranno delle new entry tra le fabbriche: Npe di Longarone, Bim Gsp e Mevis di Belluno, Cag di Borgo Valbelluna e Firex di Sedico. Ogni azienda accoglierà in media da uno a tre studenti, che saranno inseriti in percorsi formativi ad hoc per garantire loro competenze e professionalità. «Quello che cerchiamo di capire per prima cosa parlando con i ragazzi», hanno detto tutti i dirigenti delle aziende presenti, «è cosa li interessa e cosa piace loro fare. Da lì si può partire con dei progetti ad hoc».

«Alle 400 ore in fabbrica», spiega il professor Michele Zancanaro, tra le anime dei corsi Its a Belluno e docente all’Iti Segato, «si dovranno aggiungere 1.200 ore in aula. I corsi post diploma partiranno il 24 ottobre, le ore pratiche in azienda a novembre. Molti dei ragazzi passeranno anche gran parte dell’estate nelle imprese che avranno scelto. Alcuni di loro, in base all’esperienza del corso partito lo scorso anno, potrebbero anche venire assunti. Perché quello che serve oggi nel mondo del lavoro sono le competenze, la professionalità e le conoscenze. Ecco perché diventa importante un corso di alta specializzazione per i ragazzi. Oggi, più di sempre, le fabbriche richiedono figure particolari, altamente qualificate che si fatica a trovare sul mercato».

Zancanaro evidenzia come questa esperienza biennale comporti dei sacrifici per chi abita nelle terre alte della provincia. «L’anno scorso un ragazzo che veniva dal Cadore si è fatto oltre 630 ore di corriera, pari a 25mila chilometri, per seguire le lezioni e il tirocinio. Dietro a questa opportunità per i ragazzi spesso ci sono delle difficoltà: se ci si crede, però, si riesce a superare tutto».

Al termine della presentazione delle aziende, i referenti di ciascuna società hanno incontrato gli studenti. Sia questi ultimi che le imprese stileranno una classifica di gradimento: sarà compito della scuola far incrociare le due classifiche così da abbinare il ragazzo a una determinata impresa e venire incontro alle esigenze di entrambe le parti.

Zancanaro ci tiene a precisare che «ci sono ancora tre posti liberi nel nostro corso Its , speriamo che qualche lavoratore o giovane possa iscriversi per migliorare le proprie competenze. A breve ci saranno i test di ingresso. Le aziende sono pronte a concedere la possibilità al loro dipendente di aderire a questa esperienza importante per la loro vita». pda

I commenti dei lettori