In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Dalla cena buzzatiana al concorso letterario: Sospirolo è la capitale di leggende e misteri

Tre appuntamenti con la Pro loco Monti del Sole nel fine settimana. Domani a Sovramonte passeggiata lungo la via de Scaleta

Ivan Ferigo
2 minuti di lettura

Sospirolo capitale bellunese del mistero. Ma anche un appuntamento a Sovramonte. Tanto Dino Buzzati, ma pure cucina tipica e tante altre attrazioni. Il Bellunese questo fine settimana offre altri quattro eventi a “Veneto: Spettacoli di Mistero”, festival che intende riscoprire narrazioni e luoghi leggendari e misteriosi della Regione.

Molto attiva la Pro Loco Monti del Sole di Sospirolo. La prima iniziativa stasera alle 20 con “Leggende a cena all’Osteria alla Certosa”. Al ristorante di località Mis verrà servito un appetitoso menu in omaggio a Dino Buzzati, a base di storie tra realtà e immaginazione. Tra una portata e l’altra, la lettrice Delia De Bon porgerà “I miracoli di Val Morel”, “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, “La polpetta” e “Il segreto del Bosco Vecchio”. Racconti abbinati rispettivamente a cibi a tema, e non può mancare il vino appropriato. Quota 36 euro a persona, tutto incluso. Prenotazione obbligatoria contattando l’Osteria alla Certosa al 0437 843143.

Da domani, poi, al Centro Civico sarà visitabile la mostra delle tavole illustrate da Gianantonio Cecchin per il libro di Eugenia Caldart “La favolosa storia della rana del lago di Vedana”. La storia di una rana che, invidiosa di un bue, per gonfiarsi prosciugò il lago e una fontana. Una pubblicazione per bambini che verrà presentata il 10 dicembre. L’esposizione, ed entrata libera, sarà attiva fino all’8 gennaio 2023, aperta al pubblico durante gli orari d’apertura della Biblioteca Civica.

Sempre sabato, nel pomeriggio, l’unico evento non sospirolese. A Sovramonte, grazie alla locale lro Loco, si potranno scoprire “La storia del Mulin de Scaleta e la leggenda del Crot de le Cros”. La via de Scaleta è un antico sentiero che collega Sorriva e Faller; si trova nei pressi del passaggio sul fiume Ausor. Lungo questa, in un tempo non molto passato, vi erano un ponticello, un mulino, una segheria, una delle prime piccole centraline idroelettriche. Qui ci viveva una famiglia, i Moretta, ma la grande alluvione del 1966 distrusse tutto. Il luogo divenne silenzioso e misterioso; per questo i familiari sopravvissuti dovettero trovare una nuova sistemazione… Da qui prende origine una ricca iniziativa in due momenti: alle 15 un’escursione di 5 km per quei luoghi; poi, dalle 18.30, alcuni momenti di racconto, una rappresentazione teatrale, intrattenimento musicale, e finale gastronomico. Quota: 10 euro (5 per gli under 12). Info: 3383250203, luciano.reato@gmail.com.

Si torna a Sospirolo domenica alle 10.30 per la premiazione del 13° concorso letterario “Sospirolo tra leggende e misteri”. Oggetto di questo, nel 50° della morte di Buzzati, sono racconti brevi inediti incentrati sul tema del paesaggio quale fonte d’ispirazione e co-protagonista delle vicende che in esso si svolgono, soggetto fondamentale per l’autore bellunese, teatro di molte sue storie, dapprima quotidiane e prosaiche, poi sempre più inesplicabili. I brani vincitori, ritenuti più meritevoli dalla giuria presieduta dalla scrittrice Antonia Arslan, saranno letti e musicati da Cristina Gianni e Nelso Salton. L’ingresso è gratuito.

Nel prossimo weekend la provincia offrirà ancora due contributi al festival: per sabato 26 sono previsti due eventi, uno a Sospirolo ed uno a Fonzaso. Per maggiori dettagli sui vari appuntamenti, consultare il calendario aggiornato su www.spettacolidimistero.it.

I commenti dei lettori