Meno scambi nel mondo E un’era di protezionismi sarebbe un altro disastro

L’acciaio europeo naviga in cattive acque internazionali principalmente a causa di due variabili indipendenti: i dazi americani (25 per cento) e l’eccesso di produzione cinese