Natura

Quelle piante sparite dai giardini

Centaurea veneris, specie rupicola endemica dell'Isola Palmaria e del promontorio di Portovenere valutata come prossima alla minaccia. Thomas Abeli 
Dal lavoro di oltre 300 botanici è nata la Lista rossa della Flora italiana, che fotografa lo stato di salute delle piante caratteristiche (e a volte uniche) della nostra penisola. Il coautore, Simone Orsenigo, racconta i risultati dell'indagine
4 minuti di lettura

Il peggior nemico delle nostre piante è l’essere umano. Non lascia dubbi la “Lista rossa della Flora italiana”, fotografia dello stato di salute del patrimonio vegetale della penisola e dei pericoli che lo insidiano. Nel secondo volume, da poco pubblicato, vengono studiate 2.191 specie vascolari (ossia dotate di un apparato per la circolazione di acqua e sostanze nutritive) endemiche del nostro Paese: almeno sette sono perse forse per sempre, un’altra quarantina può ritenersi con ogni probabilità estinta.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori