Sul Lago di Annone piatti così belli che mangiarli è un peccato. Di cui non pentirsi mai

All'Hotel Bianca di Oggiono, poco distante dal Lago di Como, in cucina c'è un maestro, Emanuele Petrosino. Le cui creazioni sono da provare nel ristorante o nel bistrot
2 minuti di lettura

Io ci arrivavo dalla Val d’Ossola e non erano pochi i chilometri: Formazza, Crodo, Gravellona Toce, giù verso Milano, poi verso Como, poi verso Lecco: il primo ad aprirsi nella bellezza era il piccolo lago di Pusiano (rifugio di quel Gianni Brera che, sigaro in bocca, dopo il whisky, sull’aragosta mi faceva bere il suo Bresco, la spremuta di nebbiolo non ancora a Doc) . E anche voi rimarrete estasiati, nel sole, davanti al Resegone e alla lunga fila dei suoi denti aguzzi. Altra meraviglia nel territorio di Oggiono che si affaccia, di nuovo, su un secondo ninnolo laquale, l’Annone, nel silenzio rotto solo da un lontano scampanio mentre, a pelo d’acqua, volano placidi anatre e germani reali.

Poi, un altro incanto, la squillante e immacolata mole del grand hôtel Bianca, un Cinque Stelle Lusso di soli dieci camere. Un sogno (molto costoso) il posto, ma una nuova meta gastronomica nel vostro carnet di golosi che, almeno una volta nella vita, cercano posti come questi.

Alla sera si apre il settore “gastronomico” del Bianca sul Lago (tre menu degustazione:110-130-150 euro; menu medio completo alla carta sui 160-170 euro).

Di giorno apre il Drop (più sbarazzino ma anche questo dalla ghiotta cucina), un bistrot dal buon servizio dove potrete mangiare anche nel caldo e panoramico terrazzo all’aperto.

In cucina un maestro, Emanuele Petrosino che il mio grande 17/20 se l’era già meritato a Bologna fino a un paio di anni fa quando dirigeva le cucine di quel gioiello che era ed è il grand hôtel I Portici, nella centralissima via Indipendenza che vi porta dalla stazione ferroviaria su su verso piazza Maggiore e il Nettuno.

Qui, al Drop, il vostro pranzo di quattro piatti alla carta (più una discreta bottiglia di vino da dividere in due) vi costerà meno che all’altro, serale, ristorante: 110-120 euro a testa per piatti che potrete anche condire ulteriormente con l’eccellente olio extra vergine Il Sincero dell’azienda agricola Viola di Foligno.

Emanuele Petrosino vi manderà a tavola piatti che saranno tanto belli che, quasi quasi, sarà un peccato distruggerli per assaporarli, ma tant’è: si comincia già alla grande con il pre antipasto (potrebbe essere una "pappa con il pomodoro") per poi ripetere i miei stessi piatti: la tartare di fassona di Razza Bovina Piemontese con il morbido uovo fritto e la burrata, lo gnocco di patate rosse di montagna con le zucchine della casa e i gamberi, la ricciola all’acqua pazza, la straordinaria faraona arrosto con salsa di Parmigiano Reggiano (di 36 mesi!) e tartufo nero estivo, la squisita millefoglie alle nocciole del Piemonte con sorbetto di lamponi.

Siete ancora a casa?

Hotel Bianca ristorante Drop

Oggiono (Lecco), via Dante Alighieri 18

Tel. 0341.1831110, www.biancarelais.com

Di solito sempre aperto 

Provato il 21-8-2021

VOTO : 17/20

POSIZIONE   4 stelle su 5

AMBIENTE     4 stelle su 5

SERVIZIO       3 stelle su 5

CANTINA        2 stelle su 5