Alfonso Iaccarino: "Il vaccino ci ha ridato la vita e il green pass è la nostra salvezza"

Alfonso Iaccarino, chef due stelle Michelin e assessore al Turismo del Comune di Sorrento, con il figlio Ernesto 
A favore del lasciapassare lo chef del Don Alfonso, 2 stelle Michelin, nella penisola sorrentina, da un anno anche assessore comunale al Turismo. Dalla sua azienda agricola, con vista su Capri, racconta la filosofia della cucina "che cura e rispetta la biodiversità"
2 minuti di lettura

"Il green pass è stata la nostra salvezza. Ci ha permesso di lavorare, di poter girare, di accogliere tutti in sicurezza". Non ha il minimo dubbio, Alfonso Iaccarino, più noto come Don Alfonso, come era chiamato il grande nonno cuoco che ha dato il nome al suo ristorante, oggi due stelle Michelin, all'interno del relais a Sant'Agata sui due Golfi, nel cuore della penisola sorrentina.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori