In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Le urla di Renato Zero davanti all’hotel della Meloni: “Questo è un regime!”. Il video

Arrivato ieri notte al Parco dei Principi, quartier generale di Fdi per la notte elettorale il «Re dei sorcini» ha perso le staffe

Le urla di Renato Zero davanti all'hotel di Giorgia Meloni: "E' un regime, str***i! Votate la me**a che siete"


«Manco più in albergo si va? È un regime questo, è un regime. Votate la m...a che siete!». Copyright Renato Zero. Così l’artista romano è sbottato ieri notte mentre rientrava all'hotel Parco dei Principi dopo aver cantato al Circo Massimo per la terza sera consecutiva. Il cantante ha perso le staffe e inveito contro le tante di persone - giornalisti e addetti alla sicurezza - che stazionavano davanti l’ingresso dell'albergo di fatto impedendo alla sua Jeep nera di raggiungere il garage e soprattutto alle stanche membra del Re dei sorcini (classe 1950) di raggiungere materasso e cuscino. Com’è noto infatti l’hotel è stata la sede del quartiere generale di Fratelli d’Italia dove Giorgia Meloni ha tenuto una conferenza stampa proprio ieri notte dopo i primi exit poll.

A mandare su tutte le furie Renato Zero probabilmente un mix di stanchezza e antipatia nei confronti della premier in pectore. Già venerdì scorso infatti, prima del debutto del suo mini tour romano, aveva espresso la sua opinione in merito alle imminenti elezioni: «Stavamo tanto bene con Draghi, se fosse riuscito a finire il mandato avremmo potuto riorganizzare tutto con calma. Invece andiamo a votare come se facessimo la schedina del totocalcio, non conosciamo nessuno. Un tempo avevamo Saragat, Almirante, Togliatti, Nenni che giravano, parlavano, si facevano vedere, dialogavano con la Chiesa...».

I commenti dei lettori