Armato di coltello in stazione a Roma, la polizia spara per fermarlo

L’uomo, un ghanese di 44 anni, con precedenti, è stato portato in ospedale in codice rosso, ma non sarebbe in pericolo di vita

E’ stato avvistato da un addetto alla vigilanza della stazione Termini di Roma aggirarsi armato di coltello nei pressi di un’uscita della scalo. Nel tentativo di bloccare l’uomo che brandiva il coltello, un agente della Polfer ha esploso un colpo che lo ha ferito all'inguine. L’uomo, un ghanese di 44 anni, con precedenti, è stato portato in ospedale in codice rosso, ma non sarebbe in pericolo di vita. 

Roma, armato di coltello in stazione la polizia spara per fermarlo

L'episodio è accaduto ieri sera intorno alle 19 nei pressi dell'uscita della stazione di via Giolitti. Gli istanti sono stati ripresi in alcuni video di passanti in cui si vede l'uomo con un coltello da cucina in mano salire anche su degli scooter, poi i poliziotti avvicinarsi con i manganelli e infine l'agente sparare.

Nel frattempo, il portavoce dell'associazione nazionale funzionari di polizia, Girolamo Lacquaniti, ha sottolineato come l’intervento «ripropone con urgenza il tema delle pistole ad impulsi elettrici da destinare alle forze dell'ordine. Solo la calma ed il sangue freddo dei poliziotti intervenuti ha fatto sì che nessun incolpevole cittadino rimanesse ferito, costringendo un poliziotto a sparare ad una gamba all'uomo che nel frattempo si era spostato, sempre armato, in via Marsala».

Secondo Lacquaniti «le pistole ad impulsi elettrici rappresentano un indispensabile strumento per affrontare le sempre più frequenti dinamiche operative dove soggetti armati e fuori controllo espongono gli operatori delle forze di polizia a enormi rischi ed alla gravosa responsabilità di essere costretti all'uso dell'arma da fuoco». 

«Questo è solo l'ennesimo episodio di criminalità nella stazione centrale della Capitale, che dovrebbe essere il biglietto da visita per i turisti ma che ormai, grazie all'assenza delle istituzioni, è diventato il paese dei balocchi per delinquenti e spacciatori. Solidarietà e sostegno ai nostri uomini in divisa, probabilmente ora anche accusati da qualche benpensante di essere stati troppo duri contro chi ha minacciato la loro vita» ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

Video del giorno

Incendi in Sardegna, il rogo a pochi metri dalle case di Porto Alabe

Spigola in crosta di pomodorini secchi e pistacchi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi