Sisma di magnitudo 8.1 in Nuova Zelanda, rientra l’allarme tsunami

Un sisma di magnitudo 8.1 è stato registrato dall'Usgs statunitense a largo della Nuova Zelanda, a una profondità di 10 km. Si tratta di una località remota a 960 km da Tonga. In mattinata un'altra forte scossa, di magnitudo 6.9, era stata registrata sempre al largo della Nuova Zelanda, a 180 chilometri a nord-est della città di Gisborne, facendo scattare un allarme tsunami. 

Centinaia di persone sono fuggite dalle zone costiere del nord della Nuova Zelanda dopo il sisma e l'allerta tsunami estesa a tutto il Pacifico. Solo alle 2 italiane le autorità hanno diramato un cessato allarme, informando che il rischio tsunami era passato.  

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi