La variante Delta travolge la Gran Bretagna, contagi in aumento del 79%

Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Il Regno Unito accelera sulle vaccinazioni per anticipare l’ennesima mutazione del virus. Raddoppiato anche il numero dei ricoveri

Una terza ondata della pandemia da Coronavirus è in corso in Gran Bretagna, a conferma del fatto che il premier Boris Johnson ha deciso per il meglio quando ha rinviato di un mese le aperture previste per il “freedom day” del 21 giugno. Il professor Adam Finn, membro del Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione e consulente del governo, ha confermato che la variante indiana “Delta” sta dilagando in tutto il paese e che il numero dei contagiati è salito del 79% nell’ultima settimana: è iniziata una corsa tra il virus e le vaccinazioni. Chi arriverà primo vincerà la partita.  

***Iscriviti alla Newsletter Speciale coronavirus

Negli ultimi sette giorni è raddoppiato anche il numero dei ricoveri, mentre quello delle vittime non cresce per fortuna in proporzione. Ad essere più colpiti da “Delta” sono soprattutto i giovani e il ministero della Sanità ha così deciso di aprire la campagna di vaccinazione anche ai diciottenni. «I contagi stanno salendo – ha detto Finn al programma Today di Radio 4 -: possiamo sperare che non aumenteranno più velocemente di adesso, ma stanno salendo: la terza ondata è in corso».

Variante Delta del Covid, cosa sappiamo: dall'origine alla contagiosità e l'efficacia dei vaccini

Per evitare che faccia danni come le prime due è necessario, secondo l’esperto, inoculare la seconda dose a tutte le persone anziane e incrementare il numero di vaccini somministrati ogni giorno. Si sta pensando di vaccinare anche i bambini, ma gli adulti e gli anziani restano la priorità. 

Ora si tratterà di vedere se il vaccino arriverà alle persone più in fretta della mutazione “Delta”, cosa possibile solo se la diffusione della variante rallenterà rispetto ai dati delle ultime settimane. Il dottor Mike Tildesley, epidemiologo, ha osservato che chi è stato contagiato e ricoverato in ospedale è oggi «leggermente più giovane, e quindi anche leggermente meno malato» con maggiori possibilità di guarigione. «Questi segnali sono cautamente positivi – ha detto alla Bbc - ma, ovviamente, dobbiamo tenere d’occhio la situazione nelle prossime due settimane in modo da poter fornire quante più informazioni possibili al governo prima della riapertura prevista per il 19 luglio».

Coronavirus, Boris Johnson prolunga le ultime restrizioni in Gran Bretagna al 19 luglio

A Londra è in corso l’apertura di grandi centri di vaccinazione allo Stadio Olimpico e nei campi di calcio del Tottenham Hotspur, del Chelsea e del Charlton Athletic. La situazione in Gran Bretagna va monitorata con grande attenzione negli altri paesi europei nei quali la variante “Delta” è già presente, ma non è ancora così diffusa. Non se ne andrà da sola, e attende solo che la gente si rilassi e si tolga la mascherina, come ha già fatto o sta per fare.  Accelerare le vaccinazioni ed estenderle anche ai giovani sembrano decisioni che i governi dovrebbero prendere in fretta.  

Giannini a Speranza: "La variante indiana spaventa il Regno Unito, quali sono le vostre misure?"

Video del giorno

Incendi in Sardegna, il rogo a pochi metri dalle case di Porto Alabe

Spigola in crosta di pomodorini secchi e pistacchi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi