Mattarella concede la grazia a Bossi. Il Senatùr: “Ringrazio lui e Napolitano, sono molto contento”

L'atto di clemenza individuale ha riguardato la pena detentiva ancora da espiare (un anno di reclusione) inflitta per il delitto di offesa all'onore e al prestigio del Presidente della Repubblica 

ROMA. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha concesso la grazia a Umberto Bossi. L'atto di clemenza riguarda la pena detentiva ancora da espiare (un anno di reclusione) inflitta per il delitto di offesa all'onore e al prestigio del Presidente della Repubblica, in riferimento a fatti commessi nel 2011.

Vilipendio, Mattarella concede la grazia a Umberto Bossi: diede del 'terrone' a Napolitano

A seguito del provvedimento della Magistratura di sorveglianza, Bossi è stato affidato in prova al servizio sociale. E' quanto si legge in una nota del Quirinale. «Nel valutare la domanda di grazia, in ordine alla quale il ministro della Giustizia a conclusione della prevista istruttoria ha formulato un avviso non ostativo, il Presidente della Repubblica ha tenuto conto del parere favorevole espresso dal Procuratore generale, delle condizioni di salute del condannato».

«Sono molto contento, ringrazio sia il presidente della Repubblica Mattarella che il presidente Napolitano» ha detto il Senatùr.

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi