Ue: “Sms e chat dei funzionari vengano pubblicati, sono atti ufficiali”

La richiesta arriva in nome della trasparenza da parte del difensore civico europeo

I messaggini di testo inviati e ricevuti nell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali dovrebbero essere considerati atti ufficiali, e come tali registrati e resi accessibili. In nome della trasparenza il difensore civico europeo, Emily O’Reilly, responsabile per la promozione della buona amministrazione Ue, invita la Commissione europea a rivedere le proprie regole interne.

Il richiamo nasce da un reclamo presentato a seguito dell’impossibilità di consultare gli sms oggetto di trattative tra esecutivo comunitario e cause farmaceutiche. L’inchiesta avviata a settembre, si è conclusa con l’accertamento di «cattiva amministrazione», dovuta alle regole proprie della Commissione. I messaggini di testo non sono attualmente considerati come documenti ufficiali, e per questo non oggetto di obbligo di registrazione. Modi di fare che a detta dei responsabili della buona amministrazione risultano obsoleti.

«Le pratiche amministrative dell’Ue dovrebbero evolversi e crescere con i tempi in cui viviamo e con i metodi moderni che utilizziamo per comunicare», sostiene il difensore civico. Questo implica considerare anche i messaggini di testo. Anche perché gli sms veri e propri, così come le chat, «rientrano nella legge sulla trasparenza dell’Ue». Detto in modo più esplicito, «quando si tratta del diritto di accesso del pubblico ai documenti dell’Ue, è il contenuto del documento che conta e non il dispositivo o il modulo».

Dunque nell’era del digitale non servono – o almeno non servono più – solo documenti cartacei, faldoni, lettere, pdf. La Commissione europea, tra i promotori della rivoluzione digitale, dovrebbe aggiornare le proprie regole. Nel caso specifico il difensore civico ha chiesto ai servizi della presidente Ursula von der Leyen di cercare i messaggi di testo scambiato con Pfizer e procedere con la loro pubblicazione, «se soddisfano i criteri» per una loro pubblicità. Ma in termini più generali si apre al riconoscimento dello status di atto ufficiale a sms e testi scambiati via chat. Qualcosa su cui l’esecutivo comunitario dovrà ragionare.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il popolo rossonero festeggia lo scudetto del Milan in tutto il Veneto

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi