Ce l'ho, non ce l'ho.... il gioco delle figurine e i suoi risvolti pedagogici

Ce l'ho, non ce l'ho.... il gioco delle figurine e i suoi risvolti pedagogici
Attaccare le figurine per completare un album gioca un ruolo nello sviluppo neuropsicologico del bambino, lo aiuta nella socialità e, attraverso semplici oggetti transizionali che "si appiccicano", rappresenta l’amore della mamma, del papà o dei nonni che li regalano. I consigli della psicoanalista infantile per trasformare un semplice passatempo in un veicolo di apprendimento, utile anche per la scuola e per i bambini con bisogni speciali

Se questi argomenti ti interessano iscriviti alla newsletter del Gruppo Gedi, Genitori Equilibristi, dedicata alla complessità dell'essere genitori oggi con tanti consigli, interviste e idee
5 minuti di lettura