Life

Daniela: "La mia famiglia non sopporta il mio nuovo compagno: come faccio ora che arriva Natale?"

Daniela: "La mia famiglia non sopporta il mio nuovo compagno: come faccio ora che arriva Natale?"
La famiglia è tutta schierata con l'ex marito, e il nuovo compagno avversato e criticato. Nel mezzo, c'è Daniela che vorrebbe solo "passare le feste in tranquillità con chi amo, senza dover scegliere”. Ne abbiamo parlato con Gabriella Di Cosmo, psicoterapeuta, psicologa e sessuologa, per capire come barcamenarsi in situazioni simili e trovare escamotage
5 minuti di lettura

Avete incontrato un nuovo amore, ma alla vostra famiglia non va per niente a genio? Può succedere a tutte le età e quando si avvicina il Natale la situazione può diventare più complicata, in vista di pranzi e di cene con i propri parenti. Daniela, 46 anni di Firenze, si trova in questa impasse, perché i suoi familiari più stretti non sopportano il suo nuovo compagno e con le festività non sa come barcamenarsi per evitare scontri e discussioni.  “Dopo due anni da single e un matrimonio andato male alle spalle, finalmente ho incontrato un uomo che mi piace, Valter. Le mie sorelle e i miei genitori invece non lo tollerano. Anche se lo hanno incontrato poche volte e quindi non lo conoscono quasi per niente, non smettono di criticarlo e di fare continui paragoni con il mio ex marito Giovanni, che adorano e stimano ancora. A farne le spese sono io. Non tanto per Valter, che anzi si è dimostrato più che comprensivo, dicendomi di portare pazienza e di viverlo solo con un momento, ma quanto per la mia famiglia, che non perde occasione per sparare a zero su questa mia nuova relazione, mancandomi in continuazione di rispetto. Le ho provate tutte: mi sono arrabbiata, ho tentato di spiegarmi con calma e alcune volte anche di evitare il discorso. Ma niente: alla prima occasione, ecco che vengo bersagliata con battutine e giudizi su questa nuova storia. Non riescono proprio ad essere felici per me. E diciamo che fino ad ora ho bypassato il problema evitando di vederli con Valter. A Natale però non voglio rinunciare a lui e voglio trascorrere la vigilia assieme, che sarà a casa dei miei. Ne ho parlato con mia madre e sembra che abbiamo trovato una tregua, ma temo che durante la cena vengano fuori tensioni e discussioni. E poi non voglio che il mio compagno si senta in imbarazzo o preso di mira. Non so più che pesci prendere e vorrei solo passare le feste in tranquillità con chi amo, senza dover scegliere”. Per capire cosa fare quando la propria famiglia non ama il nostro nuovo partner e trovare degli escamotage per non rovinarsi le festività, ne abbiamo parlato con Gabriella Di Cosmo, psicoterapeuta, psicologa e sessuologa.

Può succedere che i genitori, ma anche sorelle e fratelli, non approvino la nostra nuova relazione. Qual è il comportamento migliore da adottare?

“Anche se questo crea tanta sofferenza e frustrazione, arrabbiarsi è inutile, perché porterebbe solo a continui litigi e discussioni. L’arma più efficace per uscir fuori da questo circolo vizioso è il dialogo, sincero e aperto all’ascolto. Certo non è facile e può essere faticoso, ma continuare a parlare con loro, può aiutare a far emergere cosa non li convince del vostro nuovo partner e comprendere le loro motivazioni reciproche. Tenendo bene a mente che le scelte sulla vostra vita privata sono solo le vostre e che vanno rispettate, se volete che i vostri familiari accettino questa relazione, date loro il tempo di conoscere il vostro compagno per quello che è realmente, al di là dei loro pregiudizi. Se vi vedranno felice assieme a lui e avranno la possibilità pian piano di scoprire le sue qualità, molto probabilmente si ammorbidiranno e potranno anche cambiare idea”.

In che modo lo stress della disapprovazione dei propri genitori può mettere a dura prova il nostro rapporto di coppia, anche se si è adulti?

“Sapere che il proprio partner non piace alla nostra famiglia può essere molto doloroso e generare conflitti anche nella coppia. La maggior parte dei genitori ha almeno un'opinione inconscia o una speranza su chi sarà il partner della propria figlia, e la scelta di un altro - soprattutto se prima c’era un ex che adoravano come nel caso di Daniela - che si allontana da questa visione, può suscitare dispiacere, rabbia, negazione, evitamento. Quando i propri genitori rifiutano il partner è un po’ come se rifiutassero noi e le nostre scelte di vita. E questo inconsciamente potrebbe portarci ad attribuire la responsabilità di questo rifiuto al nostro compagno e di conseguenza ad allontanarci da lui”.

Qual è il modo più sano per ristabilire i propri confini ed evitare che la famiglia e il suo giudizio negativo infici il rapporto di coppia?

“Ridimensionando le aspettative nei confronti dei propri genitori. Le scelte che avete fatto, che possono essere diverse da quelle dei vostri familiari, non necessariamente sono sbagliate solo perché non vengono appoggiate e sostenute. Avere questa consapevolezza vi aiuterà a vivere in modo più sereno questa situazione e a ristabilire i confini con la vostra famiglia, in modo da non influenzare negativamente la relazione di coppia. Se voi per prime rispetterete le vostre scelte, anche i vostri genitori lo faranno. Dare valore alle vostre decisioni, vi aiuterà anche a proteggere il partner da eventuali critiche o frecciatine”.

E con il proprio partner qual è l'atteggiamento giusto da adottare?

“È necessario comunicare apertamente e in modo chiaro, parlare delle preoccupazioni che avete e di come vi sentite, entrambi. Prendete insieme la decisione su come comportarvi con i genitori che non vi supportano. La disapprovazione dei tuoi genitori potrà diventare una grande occasione di crescita non solo individuale ma di coppia e contribuirà a rafforzare la vostra unione”.

In occasione delle feste, qual è la strategia migliore da adottare per non rovinarsi il Natale?

“Se la dinamica con i genitori è davvero critica, potete decidere di dividere le feste, passare la vigilia con lui e il pranzo di natale con la vostra famiglia e viceversa o raggiungervi dopo il pranzo. Date il tempo giusto, ai vostri genitori, di accettare la nuova relazione. A volte essere impazienti può essere controproducente e peggiorare la situazione”.

Quando il partner viene con noi a una cena o un pranzo di famiglia, come si fa ad evitare eventuali tensioni e discussioni?

“Se avete deciso di portare il nuovo compagno a un incontro di famiglia, parlatene prima, sia con i genitori che con il partner, stabilendo insieme delle regole e limiti che non possono essere oltrepassati: il rispetto è alla base di tutto. Se ciò non dovesse accadere, ad eventuali attacchi o sviolinate sul vostro ex, evitate di rispondere con la stessa moneta. Provate invece a disinnescare, cercano di dire come vi sentite in quel momento e che questo accanimento vi fa soffrire. E se questo non è sufficiente, va bene anche affermare con forza ai propri genitori che se non accettano le vostre scelte di vita, sarete costrette, per un periodo, a prendere distanze da loro”.

Se il nuovo partner viene punzecchiato e criticato dai nostri familiari, come nel caso di Daniela, qual è il comportamento più saggio da avere?

“La disapprovazione dei genitori, rispetto a un nuovo compagno, può generare vissuti di inadeguatezza, rifiuto, incomprensione. In questo caso è necessario confrontarsi, essere chiari e parlare con la propria famiglia. Non sempre è facile, come nel caso della storia che abbiamo visto, tuttavia ci possono essere nuove modalità comunicative e di interazione, per provare a gestire una situazione di questo tipo. La cosa più importante e saggia è parlare apertamente con i propri genitori e far capire loro quanto sia importante, soprattutto dopo una separazione, aver trovato un compagno e avere la possibilità di ricominciare ed essere di nuovo felici. A volte i genitori soffrono quando una figlia si separa, soprattutto se sono molto legati all’ex, ma è fondamentale far capire loro che può accadere che i sentimenti possono finire o trasformarsi e in questo caso è giusto prendere strade diverse. Probabilmente loro non sono ancora pronti e non hanno ancora superato la fine della vostra precedente relazione e questo li porta ad accanirsi e a non accettare il vostro attuale partner. Quindi dategli un po’ di tempo per accettare la nuova relazione, cercando di far vedere loro quanto siete serene e felici con il nuovo compagno. Certo, potrà capitare, nelle occasioni di famiglia, che inizino a elogiare l’ex marito e a fare paragoni davanti al nuovo partner. In questo caso stoppateli subito, dicendo che si tratta di persone diverse e che i confronti sono inopportuni. È molto importante proteggere il vostro compagno attuale, dicendo che ora nel vostro presente c’è lui, che lo amate e per questo sarebbe bello che anche i vostri affetti vi sostenessero, invece di giudicarvi e mettervi in difficoltà”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito