Abusi sessuali sui disabili, arrestato operatore socio sanitario a Verona

Secondo l'accusa l'uomo avrebbe approfittato anche della sua professione filmando una giovane paziente in condizioni di inferiorità psichica e fisica mentre abusava di lei

VERONA. Un operatore sociosanitario veronese di 55 anni è stato arrestato con l'accusa di detenzione di materiale pedopornografico e abusi in danno di soggetti inermi a lui affidati per motivi di lavoro. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal Gip Giuliana Franciosi su richiesta del pm Federica Ormanni.

La Polizia postale è risalita all'uomo negli sviluppi di un'inchiesta sulla pedopornografia della Procura della Repubblica di Milano. Nel pc dell'operatore sociosanitario sono stati trovati oltre 1600 file con immagini di abusi a minori.

Gli accertamenti sono partiti in seguito alla segnalazione del Centro Nazionale Americano per bambini scomparsi e sfruttati che a sua volta aveva ricevuto un alert da Google riguardo all'archiviazione di immagini pedopornografiche.

Secondo l'accusa l'uomo avrebbe approfittato anche della sua professione filmando una giovane paziente in condizioni di inferiorità psichica e fisica mentre abusava di lei. Situazione che per il magistrato, come riportano i giornali locali, costituisce un'evidente aggravante.

Questi abusi sarebbero stati compiuti tra marzo e maggio del 2018 in una struttura della provincia di Verona dove era ricoverata la ragazza. Per quest'ultimo reato procede la Procura dei minori di Venezia.

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi