Contenuto riservato agli abbonati

I ginecologi veneti: «Donne in gravidanza, vaccino per tutte»

Indicazioni contrastanti dai ginecologi, mamme in difficoltà. Il richiamo di Agnello, Ageo: «Le direttive sono chiare»

PADOVACi sono delle indicazioni ben precise per quel che riguarda donne in gravidanza o allattamento e vaccino anti Covid. La linea è unica: non c’è alcuna controindicazione a vaccinarsi per donne incinta o che stanno allattando. Anzi, è stato dimostrato che le donne in attesa sono doppiamente più vulnerabili nel caso in cui dovessero contrarre il virus durante la gestazione.

Eppure nonostante questo ci sono ancora ginecologi che suggeriscono alle proprie pazienti di attendere a vaccinarsi. Alcuni consigliano di rimandare il vaccino a dopo il parto, altri sostengono che sia meglio posticipare addirittura a dopo l’allattamento.

Messaggi disomogenei che non fanno che alimentare paure e confusione nelle donne che stanno già di per sé affrontando un periodo delicato della propria vita e che non sono per nulla in linea con quella che da tempo ormai è la strada ufficiale. Una situazione che è arrivata all’associazione di riferimento dei ginecologi facendone scattare l’intervento.

«C’è un decreto ministeriale del mese di luglio che dice che in gravidanza e allattamento non ci sono controindicazioni per quanto riguarda il vaccino anti Covid. Non solo. C’è un documento del 20 agosto del Dipartimento di prevenzione dell’Usl 6 Euganea che è andato anche oltre, fornendo indicazioni ben precise», spiega la dottoressa Antonella Agnello, consigliere nazionale e referente Ageo (Associazione Ginecologi Extra Ospedalieri) per il Veneto.

VACCINO ALLE DONNE INCINTE

Le direttive dell’Usl parlano chiaro: il vaccino anti Covid va fatto a tutte le donne in gravidanza a partire dal primo trimestre. «In un precedente protocollo veniva indicato il secondo trimestre per le donne che avevano un maggior rischio di contrarre il virus in ambito lavorativo e il terzo trimestre per tutte le altre. Adesso invece le cose sono cambiate. Il vaccino si può fare a partire dal primo trimestre per tutte le donne, tranne chiaramente per quelle che per motivi di salute non possono essere vaccinate. L’unica indicazione è che va fatto a distanza di quindici giorni dalla vaccinazione trivalente».

Questo non vuol dire che per le donne gravide vaccinarsi sia obbligatorio, ma poiché secondo le linee guida nazionali è molto consigliato, si auspicherebbe che tutti i ginecologi si allineassero. E invece non è così. C’è ancora chi suggerisce alle proprie pazienti di aspettare, di rimandare.

BASTA ESENZIONI

«Se in un primo momento qualche donna gravida ha avuto un’esenzione per quando riguarda il Green pass, adesso la cosa non è più fattibile». Il che vuol dire che ad esempio un’insegnante incinta che ancora non è in maternità per accedere a scuola deve avere obbligatoriamente il Green pass. La gravidanza non è una condizione per cui si può essere esenti dal vaccino. Certamente le linee dell’Usl di agosto sono piuttosto recenti, ma associazioni e società scientifiche non si sono lesinate nella comunicarle ai ginecologi. «A cominciare da Sigo (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia) che in un comunicato onde andare incontro a problematiche ha sollecitato il vaccino per donne in gravidanza che di fatto appartengono alla popolazione fragile».

NON TUTTI I GINECOLOGI

Come mai non tutti i ginecologi abbiano recepito non è facile stabilirlo. «Può essere che questa documentazione, diffusasi subito nel pubblico, debba ancora arrivare a tutti nel privato», dice la dottoressa Agnello.

«Come referente Ageo per il Veneto cercherò, magari con una circolare, di far sì che questa linea arrivi a tutti i ginecologi. Vaccinarsi per le donne in gravidanza e in allattamento è molto importante. Negli Stati Uniti hanno vaccinato contro il Covid più di 120 mila donne gravide e non ci sono dati preoccupanti per loro o per i loro bambini. E poi partendo dal presupposto che alle donne in gravidanza facciamo il vaccino per l’influenza e il trivalente, non dobbiamo temere neppure per questo».

Video del giorno

Belluno, ecco come funziona il visore che permette ai ciechi di leggere

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi