Contenuto riservato agli abbonati

Il datore di lavoro di Giacomo, giovane veneto scomparso a Milano da giorni: «Sono preoccupato. È sempre stato molto responsabile»

Il trentenne lavora al Centro Software di Assago. A “Chi l’ha visto” sentito il titolare del pub: «Cercava il suo zaino»

BELLUNO. Giacomo, dove sei finito? Se lo chiedono tutti: dall’associazione Penelope Lombardia ai datori di lavoro, passando per i genitori Stefano e Daniela e il fratello Tommaso, che vorrebbero riabbracciarlo. Ma di Giacomo Sartori non si ha alcuna notizia dalla sera di venerdì.

Nel frattempo, più passano i giorni e più trapelano novità che vanno a comporre i pezzi di un puzzle ben lontano dall’essere completato.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi