Contenuto riservato agli abbonati

Il retroscena. Scontro in Regione sulle autostrade venete. De Berti mette il veto su Serato

L'assessora regionale Elisa De Berti e la presidente di Cav,  Luisa Serato

Ecco i motivi della sfida  in casa Lega: l’assessora e vice di Zaia dice no al terzo mandato della presidente uscente. Ma dietro c’è una “guerra” iniziata tre anni fa

VENEZIA. Giungla d’asfalto. È una sfida senza esclusione di colpi quella che investe il rinnovo dei vertici di Cav, la società paritetica tra Regione Veneto e Anas che gestisce il Passante di Mestre, il tratto dell’A4 Padova-Venezia, la tangenziale Ovest mestrina e il raccordo Marco Polo.

Il 22 aprile l’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio d’esercizio 2021 della Spa (16 milioni di utile al netto delle imposte a fronte dei 2,5 milioni dell’anno precedente) calando virtualmente il sipario sul mandato del consiglio d’amministrazione, inclusi l’a.d.

Video del giorno

Vasco Rossi in concerto a Trento: il ritorno live è un successo

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi