In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Bimbo di due anni ingerisce hashish in casa, portato in ospedale

Il caso ad Arzignano, nel Vicentino. Il padre denunciato per lesioni colpose. Le condizioni del piccolo non sono gravi

1 minuto di lettura

L'ospedale di Vicenza

 

ARZIGNANO. Un bambino di due anni è stato portato in ospedale dopo aver ingerito dell'hashish lasciato incustodito nella camera da letto dal padre. L'uomo, un 51enne, che assieme alla compagna aveva portato il figlio al pronto soccorso di Arzignano (Vicenza), è stato deferito dai Carabinieri alla Procura per l'ipotesi di lesioni colpose. Sono stati i sanitari ad allertare i carabinieri della compagnia di Valdagno, dopo aver accolto la notte scorsa il piccolo, che colto da malessere.

Il bambino è poi stato trasferito nel corso della notte all'ospedale di Vicenza.

Le sue condizioni non sarebbero gravi. Una vicenda che ricorda quella ben più tragica di Nicolò Feltrin, il bambino di 2 anni morto a Longarone nel luglio scorso per una overdose di hascisc, che il piccolo aveva ingerito dopo averlo trovato in casa. In questo caso il padre è indagato per omicidio colposo. 

I commenti dei lettori