In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Cortina rinvia l’avvio della stagione dello sci al 3 dicembre

Le previsioni sui flussi turistici: la stagione alle porte è ai livelli pre pandemia

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Tutto era pronto a Cortina d'Ampezzo peri iniziare con il fine settimana la grande stagione invernale dello sci ma qualcosa è andato storto. Troppo poca la neve caduta ieri per garantire l'apertura degli impianti di risalita. Enrico Ghezze, amministratore delegato Impianti Faloria: «Niente da fare - dice allargando le braccia - c'è troppa poca neve per poter sciare».

Chi ha piena fiducia sul fatto che Cortina dalle prossime settimane recupererà i danni fatti da due anni di Covid è Cortina IN, tour operator di incoming attivo in città e nell'area dolomitica «L'andamento del mercato Italia per la prossima stagione invernale si avvicina a ritmi pre-pandemia - dicono i responsabili - con un rinnovato interesse per il territorio anche da parte di aziende e di gruppi».

Qualcosa, dunque, si muove, e la stagione, neve permettendo, sembra aprirsi sotto i migliori auspici. «Le Dolomiti, inoltre, rappresentano una meta molto ricercata da turisti provenienti da Nord e Sud America e dal Medio Oriente - racconta ancora il tour operator sulla base delle richieste fino ad ora prevenute - . Cortina emerge come destinazione in grado di offrire un ventaglio esteso e ricercato di esperienze»

I commenti dei lettori