Contenuto riservato agli abbonati

Covid, la Delta Plus è in Veneto. Variante trovata in 19 casi. «È un po’ più contagiosa»

Il monitoraggio dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie. Ricci: «Numeri piccoli, mutazioni non particolarmente vantaggiose per il virus. Non rischiamo un caso Inghilterra, ma la terza dose stabilizza la copertura»

PADOVA. Diciannove casi in due mesi. È questo l’andamento della Delta Plus da quando è stata tracciata in Veneto per la prima volta, il 23 agosto, salvo diffondersi con il contagocce in maniera democratica su tutto il territorio: «Rispetto alla variante Delta, questa presenta due mutazioni in più nella proteina Spike che non risultano particolarmente vantaggiose per il virus» spiega la direttrice dell’Istituto Zooprofilattico Antonia Ricci, sottolineando la grande capacità di sorveglianza raggiunta dal sistema.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi