Contenuto riservato agli abbonati

Berzin re del Giro d’Italia nel 1994 e l'impresa sul Bocco: “Temevo Pantani più di Indurain”

Eugeni il russo vinse la corsa rosa imponendosi in tre tappe tra cui la cronoscalata sul passo appenninico. Oggi ha un concessionaria d'auto a Stradella: "Ma seguo molto il ciclismo. Per la Parma-Genova mi aspetto una fuga da lontano, per il successo finale dico Landa. Il Pirata attaccava a ogni tappa: quel successo sul Bocco fu decisivo per la mia vittoria nel Giro"

Genova – Dici Eugeni Berzin e ti viene in mente il Giro d’Italia 1994. Il dominatore Indurain, Bugno, Chiappucci, l’esplosione di Pantani ma il leader fu il sorprendente russo dal ciuffo biondo. Tre acuti: rosa presa a Campitello Matese, crono super a Follonica e tris nella cronoscalata da Chiavari al Passo del Bocco, 35 km, davanti a Miguelon e al Pirata.

Video del giorno

Vigo di Cadore, l'imponente frana vista dal drone di Veneto Strade

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi