Il Comitato Vittime del Morandi: “Autostrade sponsor del Giro, si poteva evitare. Siamo allibiti”. “Rammarico” di Aspi

La foto pubblicata dal Comitato Vittime del Morandi su Facebook

Lo scrive il Comitato Vittime di Ponte Morandi, in un post pubblicato su Facebook, in relazione agli striscioni di Autostrade per l’Italia che campeggiano in via XX Settembre per l’arrivo di tappa del Giro d’Italia. La replica di Aspi: “Non volevamo urtare la sensibilità di alcuno. Si tratta di una campagna a livello nazionale per sensibilizzare sulle regole di una guida corretta”

Genova – Non è piaciuto ai parenti delle vittime del Ponte Morandi - "siamo allibiti" - vedere un lungo striscione pubblicitario di Autostrade per l'Italia su una strada di Genova in occasione dell'arrivo della tappa odierna del Giro d'Italia. "Noi non vogliamo fare polemica e non l'abbiamo mai fatta, cercando di essere pacati ma cari signori, francamente questo si poteva assolutamente evitare o no? Molti cittadini ci stanno scrivendo che sono allibiti e lo siamo anche noi" spiega in una nota il Comitato Parenti Vittime Morandi. Sui social si è scatenata una polemica in cui viene criticata la scelta di Aspi di farsi pubblicità proprio nella città in cui nel 2018 è stata provocata la tragedia che ha ucciso 43 persone.

Qui sotto, il post su Facebook del Comitato Vittime Morandi

Cna Liguria: “I cittadini non meritano questo affronto”

"I liguri non meritano questo ennesimo affronto. È un insulto per le vittime, per i parenti, per la città, per tutti gli utenti della rete autostradale ligure che ogni giorno subiscono i disagi dovuti ai cantieri. Comprendiamo che si tratti di uno sponsor del Giro e abbiamo rispetto per la manifestazione e per tutti gli appassionati che seguono l'evento, ma ne pretendiamo altrettanto". Lo afferma in una nota il presidente di Cna Liguria, Massimo Giacchetta, commentando gli striscioni pubblicitari di Autostrade per l'Italia a Genova "È tempo di dimostrare il dovuto sdegno verso chi non mostra sensibilità e riguardo per quanto accaduto. In Liguria non trovi spazio nessuna operazione di marketing da parte di Autostrade. Cogliamo l'occasione per ricordare che poche settimane fa sulla carta stampata è stata utilizzata l'immagine di Manarola per evidenziare l'importanza dei collegamenti e dei lavori di manutenzione in corso sulla rete autostradali. Cantieri indispensabili per mettere in sicurezza gallerie e viadotti che sono stati per anni senza i dovuti controlli - dice ancora la Confederazione -. Crediamo sia giunto il momento di pretendere senza mezzi termini rispetto e decenza da parte di chi ha purtroppo provocato una ferita drammatica alla nostra regione e alle famiglie delle vittime del crollo del Ponte Morandi" conclude il presidente Cna Liguria Massimo Giacchetta.

Aspi esprime il suo rammarico

"Rammarico" da parte di Autostrade per l'Italia per la lettura data "al cartellone pubblicitario" installato in via XX Settembre in occasione della tappa ligure del Giro d'Italia. Secondo quanto appreso, la concessionaria ha avviato oltre 10 anni fa una campagna a livello nazionale per sensibilizzare sulle regole di una guida corretta, campagna che viene riproposta ogni anno. L'iniziativa dunque, dice Aspi che "interessa tutte le tappe del Giro, da Nord a Sud Italia". Aspi fa sapere che "non si è voluta urtare la sensibilità di alcuno".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Gasparini, il pilota di droni: "Così abbiamo trovato i corpi sulla Marmolada"

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi