Vallada sotto il segno dei gemelli

I bomber De Lazzer e Piaz firmano i miniottavi contro il Frassené

CANALE. La coppia d'oro fa volare il Vallada. Le doppiette di Flavio De Lazzer e Roberto Piaz consentono al Vallada di primeggiare nel derby della Valle del Biois contro il Canale. Per i locali a bersaglio Paolin e Tavernaro. Una vittoria utile per il morale, ma non per la classifica, visto che il pari tra Le Ville e Gosaldo costringe gli ospiti a giocare i miniottavi con il Frassenè.

Il Vallada parte forte: al 3' Flavio De Lazzer si coordina, ma il suo collo destro fa la barba all' incrocio. Poco dopo tenta la fortuna Piaz, ma il suo tiro esce. L'occasione più ghiotta per gli ospiti per passare arriva al 13’: Serafini ci prova di testa, ma Costa c'è. Al 21’ il vantaggio valladese: Flavio De Lazzer anticipa proprio i centrali difensivi e insacca. Marco De Lazzer prova a sorprendere la difesa locale, ordinando ai suoi attaccanti di scambiarsi la posizione per non dare punti di riferimento. Altra tattica vincente del Vallada è l'arretramento di De Lazzer, che tenta d' inserirsi come al 21', quando scatta sul filo del fuorigioco e supera Costa con un bel pallonetto d'esterno destro. Poco prima del raddoppio ospite Roberto Piaz semina il panico nella difesa del Canale; perfetto pallone per Alchini che però non riesce a trovare la stoccata da pochi passi. Nel finale di tempo il Vallada va due volte vicino alla rete del 3-0 con Piaz che centra la traversa dopo una grande azione di Alchini e Flavio De Lazzer che non trova la porta. La musica cambia nella ripresa con il Canale che riparte aggressivo. Al 4' Jari Paolin accorcia le distanze trovando la rete in scivolata di sinistro. Il Vallada però non ci sta e Roberto Piaz al 6' imbeccato da un lancio di Buffon trafigge Costa e ristabilisce le distanze.

Il Canale preme, schiacciando il Vallada. Al 13' gli sforzi canalini si concretizzano, quando Tavernaro si mette in proprio e calciando da fermo con l'interno destro trova l'angolino alla destra di Ronchi. Poco dopo per due volte Battain ha prima sulla testa poi sui piedi la boccia del pari, ma niente. Bravo Ronchi sul colpo di testa del canalino, che respinge a mano aperta. Al 20' ci prova ancora Paolin, ma l'estremo dice di no. Poco dopo Tavernaro, migliore dei suoi, serve una gran boccia a Battain, che però spreca. Cosi nel recupero, per la legge del gol sbagliato - gol subito, arriva il 4-2 ospite con Piaz che anticipa un'uscita improbabile di Costa e di potenza manda i titoli di coda.

Matteo Manfroi

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi