In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Coppa arriva in Cina «Una tappa affascinante»

Sci alpinismo. Alba De Silvestro soddisfatta per le novità del 2017/2018 «E non vedo l’ora di gareggiare sull’Etna, mi hanno detto che è incredibile»

di Ilario Tancon
2 minuti di lettura

BELLUNO. Una novità a dir poco affascinante. La Coppa del Mondo di sci alpinismo sbarca in Cina.

È stato ufficializzato ieri il calendario internazionale 2017-2018 dello sci con le pelli è il grande paese asiatico rappresenta la novità principale: la stagione di Coppa inizierà in anticipo rispetto al passato, con l’esordio che andrà in scena il 15 e 16 dicembre a China Wanlong. Si tratterà di una vertical e una sprint.

Una due giorni di grande importanza che rappresenterà una sorta di prova generale in vista delle Olimpiadi del 2022, quando lo sci alpinismo dovrebbe fare il proprio esordio ai Giochi.

«Una bella novità questa ampliarsi degli orizzonti», commenta soddisfatta Alba De Silvestro, la ragazza di Padola che costituisce uno dei riferimenti internazionali dello ski alp. «Il nostro sport, anno dopo anno, continua nella sua crescita e sono contenta che si possa gareggiare in altri paesi che non siano le solite nazioni dell’arco alpino o dei Pirenei. La Cina rappresenta una bella e affascinate novità, anche se le incognite non mancheranno, a cominciare dal fatto che le prime gare saranno già a dicembre, vale a dire un mese prima rispetto al solito».

Il calendario proporrà il 13 gennaio i campionati nazionali, mentre il 20 e 21 gennaio tornerà la Coppa del Mondo, a Villars in Svizzera, per una sprint e un’individuale. Il 27 e 28 gennaio sarà il momento di Andorra, per un’individuale e una vertical. L’8 e 9 febbraio si andrà in Francia per una individuale e una vertical a Puy Saint Vincent.

L’Italia sarà protagonista dei Campionati Europei, che si svolgeranno sull’Etna dal 22 al 24 febbraio. «Sull’Etna qualche anno fa si era svolta una prova di Coppa del Mondo, ma io lì non ho mai corso», dice ancora De Silvestro. «Chi ha gareggiato sul vulcano mi ha parlato di un’esperienza incredibile: non vedo l’ora di essere lì».

Dopo l’Europeo, gli appuntamenti internazionali riprenderanno a marzo con le gare de “La Grande Course”: il 3-4 marzo l’Altitoy, dal 14 al 17 il Pierra Menta, mentre dal 23 al 25 si svolgerà il Tour de Ruitor.

Ad aprile, il 7 e 8, a Madonna di Campiglio si svolgeranno una sprint e un’individuale, che chiuderanno la Coppa del Mondo. Infine la stagione si concluderà il 21 e 22 aprile con un’altra gara de La Grande Course, la Patrouille des Glaciers.

Tante novità, dunque, per lo sci alpinismo 2017-2018. Novità potrebbero esserci anche relativamente alla Transcavallo e all’Alpago, teatro nella scorsa stagione dei Campionati del Mondo. La Transcavallo, che si disputerà una settimana prima degli Europei, il prossimo febbraio, potrebbe essere articolata su tre giornate e non più sulle tradizionali due: nella prima giornata si andrebbe da Tambre a Piancavallo, nella seconda da Piancavallo a Tambre, mentre nella terza si rimarrebbe nella Conca, con il monte Guslon come punto topico. Il progetto è allo studio e dovrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane.

I commenti dei lettori