In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Impresa Alpago, vince in rimonta

Il quotato Prodeco Montello va subito in vantaggio, ma Lavina pareggia e Saviane chiude i conti

di Andrea Mognol
1 minuto di lettura
ALPAGO. Grande vittoria in rimonta per 2-1 dell’Alpago ai danni del più quotato Prodeco Montello, squadra attrezzata per fare il salto di categoria. Partita condizionata dal terreno di gioco reso scivoloso dalle basse temperature, ma decretato praticabile dal direttore di gara, dopo un sopraLluogo iniziale.

La partita è subito in salita per i gialloverdi che si ritrovano in svantaggio già dopo due giri di lancetta: in occasione del primo calcio d’angolo della gara, gli alpagoti non fanno buona guardia e lasciano solo Bassan che può appoggiare in rete in tutta tranquillità da pochi centimetri. I padroni di casa rialzano subito la testa e provano a rimetterla in equilibrio andandoci vicini già dopo un paio di minuti con Pongan, che chiama Baù alla parata. Nonostante il vantaggio gli ospiti stentano a governare il gioco e faticano ad ambientarsi sul campo ghiacciato, mentre l’Alpago riesce a costruire buone azioni sfruttando soprattutto le fasce. A metà tempo potrebbe comunque arrivare il raddoppio ancora dagli sviluppi di un calcio piazzato, ma questa volta Bassan grazia i gialloverdi e calcia in mano a Fagherazzi; poco prima dell’intervallo è, invece, Lavina a mancare l’obiettivo calciando fuori da ottima posizione in area.

Nella seconda frazione partono forte i padroni di casa andando alla conclusione con Zannolla al 49’ dopo uno schema su punizione; nella circostanza ci sono proteste per un contatto dubbio in area proprio sul neo acquisto gialloverde. Poco male, perché il meritato pareggio arriva al 54’ per mano del solito Lavina: Fullin vede con la coda dell’occhio il taglio del compagno e lo serve in area, il bomber arriva in corsa e calcia di prima intenzione bucando Baù sul primo palo.

Agguantato il pari l’Alpago inizia a credere anche nella vittoria e continua a farsi pericoloso in area soprattutto con Fullin, rischiando però qualcosa sull’iniziativa personale di Vettoretto dove Fagherazzi si oppone di piede.

Per portare a casa la partita Pradel indovina il cambio inserendo Saviane al posto di Pongan che esce per infortunio e l’attaccante timbra il cartellino in meno di dieci minuti dal suo ingresso. Siamo al minuto 81, Lavina, nei pressi della metà campo, vede il varco per Saviane e lo lancia, la punta alpagota tiene tutti dietro di se, si porta davanti a Baù e lo supera incrociando il tiro. La rimonta è così completata e al termine di 6 interminabili minuti di recupero i padroni di casa possono festeggiare.

I commenti dei lettori