In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Basta poco al Belluno con l’Astra

C maschile. Gialloblù svagati e pasticcioni, il fanalino mette paura nel primo set, poi cede alla distanza

di Barbara Squarcina
1 minuto di lettura

BELLUNO. Non esistono primi senza gli ultimi. I ragazzi di coach De Battista fanno più fatica del previsto contro il fanalino di coda Astra Volley, ma incamerano altri tre punti importanti per rimanere agganciati al treno delle prime.

La squadra ospite si presenta in terra bellunese con un ruolino di marcia tutt’altro che invidiabile: ultima in classifica ancora a zero punti. Quando affronti formazioni di questo tipo il rischio è di sottovalutare l’impegno o di adeguarsi al gioco confusionario degli avversari. Ed è esattamente quello che è avvenuto al De Mas, dove Gallina e compagni ci mettono un set per ritrovare idee e gioco. Di attenuanti ce ne sono comunque parecchie, a partire dal sestetto iniziale, completamente rivoluzionato rispetto a quello tipo: Martinez in regia, Zanolli e Menegazzo centrali, Gallina e Gasperin in banda, Altoè libero e Murer opposto.

I biancoblù dell’Astra Volley partono subito a spron battuto, forzando tantissimo con un battuta al salto che prende di sprovvista un’incerta ricezione gialloblù: parziale choc di 1-7. Sul 6-11 De Battista sostituisce Martinez e Gasperin per Milani e Da Pian; sul 16-22 e un set che pare ormai regalato il Belluno si sveglia, ed è una sveglia terribile per gli ospiti che si vedono dilapidare il vantaggio fino al 24 pari. I gialloblù sfruttano le incertezze in ricezione del libero avversario conquistando rigiocate che si trasformano in punti preziosi per la rimonta. Sono due mani fuori consecutivi di Gallina e un punto di Gasperin a chiudere un primo set sudatissimo, 27-25.

Nel secondo parziale la musica non cambia, ritmi lenti e giocate prevedibili, con gli ospiti sempre pericolosi in battuta ma arruffoni e confusionari. Di buono c’è che il Belluno si porta sempre avanti nel set, al contrario del primo. Sul 15-12 rientrano Milani e Da Pian; da 15-14 a 23-14 i gialloblù si scatenano e piazzano un break di 8-0 con lo stesso Da Pian e Gallina scatenati. Muro più attento e ricezione più precisa, il Belluno chiude il secondo parziale, 25-16.

Tra le fila bellunesi restano in campo Milani e Da Pian; i padroni di casa accelerano a metà parziale e con un bel muro di Milani si portano sul 13-6. Gli ospiti padovani vanno in affanno e il Belluno ne approfitta, 19-9. Tra le fila gialloblù entrano Martinez, Tollardo e Foroni e sul 21-13 qualcosa si inceppa; schiacciata out di Gallina per il 24-21 ma l’Astra sbaglia ancora e regala set e incontro ai gialloblù, 25-21.

I commenti dei lettori