In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Pallavolo Belluno, presidente cercasi

Lunedì l’assemblea dei soci. Andrea Gallina e Giancarlo Ingrosso non si ricandideranno. «Il rinnovo sarà radicale»

di Nicola Pasuch
1 minuto di lettura
Giancarlo Ingrosso 

BELLUNO. C’è ancheil rinnovo delle cariche sociali nell’ordine del giorno della prossima assemblea dei soci della Pallavolo Belluno, convocata per lunedì alle 19 nella sede di via Caduti XIV Settembre di Belluno.

Sia il presidente Andrea Gallina che il suo vice, Giancarlo Ingrosso potrebbero passare ad altri il testimone. Al termine di un’annata che ha portato soddisfazioni non da poco, sia in campo giovanile, che con le due prime squadre entrambe neopromosse (quella femminile si è salvata con largo anticipo in serie B2, quella maschile ha centrato i playoff in C) è proprio il vicepresidente uscente Ingrosso a tirare le somme.

«Molto probabilmente sono uscente… a tutti gli effetti. In questi anni – racconta Ingrosso – abbiamo conseguito ottimi risultati e siamo cresciuti notevolmente, specie dall’ingresso in società del nuovo settore giovanile femminile. Credo di aver dato il mio contributo a questa realtà e i risultati lo dimostrano, ma è giusto che d’ora in avanti siano altri a farsi carico di questo impegno. Abbiamo compiuto un ciclo. In pochissimo tempo sono arrivati titoli provinciali e finali regionali con le squadre giovanili e, dunque, i nostri obiettivi sono stati raggiunti. Anche per questo, ora, credo che tocchi ad altri. Ed è giusto e naturale che l’impegno sia soprattutto quello dei genitori: se così non fosse saremmo una società professionistica, con tutte le conseguenze del caso».

Anche il presidente Andrea Gallina sembra intenzionato a fare un passo indietro…

«In effetti – conferma Giancarlo Ingrosso – credo che sarà così. Il rinnovo dovrà essere abbastanza radicale. Soprattutto, dovremo allargare la dirigenza a nuove energie e nuovi entusiasmi. Sono state fatte diverse ipotesi, che riguardano però in primo luogo la disponibilità personale di ciascuno. Era stato chiesto anche a me un passo in avanti ma ho risposto che, semmai, avrei fatto un passo di lato».

L’identikit del futuro presidente è quello di «una figura di grande equilibrio, e non tutti possono essere adatti a questo ruolo. Una persona – prosegue il vicepresidente Ingrosso – che abbia buoni rapporto con le altre società e che sia disponibile a sobbarcarsi compiti di gestione non indifferenti. E poi va ricordato che la nostra società ha due anime, maschile e femminile, che devono essere contemperate e gestite al meglio e in questi anni c’è stato, talvolta, qualche piccolo problema. Ciononostante, Gallina è stato bravissimo. Quanto a me, sono entrato in punta di piedi e sempre in punta di piedi uscirò».

All’ordine del giorno dell’assemblea di lunedì sera c’è naturalmente anche l’analisi e l’approvazione del rendiconto economico per l’anno 2017. Domenica scorsa, intanto, tutte le squadre del Belluno si sono riunite per la festa di fine anno a Pian Longhi, in Nevegal, che ha chiuso la stagione. (n.p.)

I commenti dei lettori