San Giorgio, Pilotti “vota” la fiducia alla società

«Si sta muovendo come meglio non potrebbe per allestire una squadra in grado di fare bene nella nuova categoria» 

SEDICO

«La società si sta muovendo molto bene e sta facendo del suo meglio per costruire una buona squadra con giocatori di categoria».


Capitan Andrea Pilotti è il primo a credere nelle potenzialità del San Giorgio Sedico che si appresta ad affrontare per la prima volta il campionato di serie D.

«La base dell’anno scorso era ottima», continua il capitano, «però, con il salto di categoria e, in particolare, con la necessità di allenamenti pomeridiani, si è reso inevitabile cambiare qualcosa».

Cinque anni fa (era, allora, il primo anno il cui Sedico e San Giorgio si erano unite) i biancorossocelesti conquistarono la promozione in Eccellenza e la Coppa Italia di Promozione. Quest’anno, pur senza poter disputare l’intero campionato, i sedicensi hanno centrato la serie D.

«Quella di allora, in cui avevamo vinto il campionato e anche la Coppa, era stata una stagione normale», ricorda Pilotti, «nel senso che avevamo potuto giocarcela fino alla fine. È evidente che, per questo aspetto, mi resterà impressa di più. Ma quest’ultima rimarrà a sua volta negli annali, perché abbiamo fatto una cosa storica approdando in serie D. Da parte mia c’è l’orgoglio di essere partito dieci anni fa dal San Giorgio in Promozione ed essere arrivati, ora, dove siamo arrivati, a giocare in serie D».

Nuova è la categoria, nuovo l’allenatore (Alessandro Ferro ha preso il posto di Alessandro Pontarollo). Nuove, da pochissimi giorni, anche le regole dei fuoriquota. Se fino alla settimana scorsa le società stavano lavorando per allestire una squadra che avesse sempre in campo un giocatore nato nel 2000, due nel 2001 e uno nel 2002, il voto plebiscitario nel sondaggio proposto dalla Lega nazionale dilettanti ha fatto sì che tornassero invece in auge i 1999. Basterà schierare come fuoriquota un ragazzo per ogni annata, dal 1999 al 2002. Un dato, questo, che per il San Giorgio Sedico potrebbe fare la differenza. Sia il portiere della passata stagione, Pedro, sia uno dei fuoriquota più impiegati nella passata stagione, Coin, infatti, sono nati in quell’annata.

«Ora Pedro e Coin hanno una grande importanza per noi», conferma il diesse Moreno Della Vecchia, «e, in settimana,li contatteremo e proveremo a tenerli con noi anche il prossimo anno».

Frattanto, la società ha ringraziato pubblicamente le società che hanno contribuito alle spese per i lavori di realizzazione del nuovo campo sintetico allo stadio comunale di Sedico (che hanno usufruito dei benefici della legge 145 del 2018 e dal Bonus sport 2019).

Si tratta di Ital Lenti, Ass. Inf. di Nicola Barchet, Cmi, Metal Fer, Somitec, Edil Costruzioni, F. Ind. Solutions, Edilcommercio, Euroedile, Impresa costruzioni Tollot, Joint & Welding, Marmi Ciuina, Cortese Mario, Pi. Mar. , Krios, Acil, Cav. Giuseppe Buzzatti, Imap, Ivecos, Bautechnik, Tonet, EmmePi, Brancher Legnami, Paolo Gamba, Perenzin serramenti e Costruzioni Ferrara.

Da oggi, infine, anche i più piccoli (i bambini nati nel 2013 e nel 2014) possono iscriversi al Summer football camp del San Giorgio Sedico organizzato con la collaborazione del Belluno, del Fiori Barp e del Comune. —

nicola pasuch

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Video del giorno

Pellegrini e Montano, campioni che smettono. Lo psicologo dello sport: "Persone, non solo atleti"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi