Cortina, oggi il derby veneto «Ad Asiago è sempre dura»

Tornano sul ghiaccio gli ampezzani, dopo un buon periodo in campionato Il match è valido per la prima fase, il ritorno si giocherà all’Olimpico il 15 dicembre

Luca De Michiel / CORTINA

Derby veneto per il Cortina. Si recupera questa sera il doppio confronto tra gli ampezzani e i vicentini dell’Asiago valido per la prima fase dell’Alps. All’Odegar, con ingaggio alle ore 20.30, andrà in scena la gara di andata della sfida in modalità return 2-play. Il ritorno è previsto all’Olimpico per il 15 dicembre.


BUON AVVIO

Dopo la sconfitta di misura, subita sabato in casa del Val Pusteria, l’Hafro è chiamato all’immediato riscatto per riprendere la serie positiva delle ultime apparizioni. Il team di Machacka ha trovato il giusto equilibrio ed una buona condizione fisica che hanno permesso di conquistare i primi punti in campionato. Nonostante la sconfitta di Brunico, il team bianco celeste si stà esprimendo bene sul ghiaccio, dimostrando di poter competere contro ogni avversario.

Con i 9 punti conquistati il Cortina è ora in nona posizione in classifica. Inoltre capitan Adami e compagni sono riusciti a portare a casa un buon bottino anche per le qualificazioni alle final four dello scudetto italiano, che si terranno ad inizio 2021.

«È un po’ presto per fare giudizi tecnici già adesso», commenta l’attaccante del Cortina Luca Barnabò, «visto che siamo rimasti lontano dal ghiaccio per molto tempo a causa del Covid. In pratica non abbiamo mai disputato ancora una partita con la rosa al completo. Dal mio punto di vista siamo una buona squadra, gli stranieri nuovi si sono ambientati bene, così come i giocatori saliti dalle giovanili. Dobbiamo concentrarci ogni giorno per lavorare al meglio e cercare di continuare sulla stessa linea della scorsa stagione».

TORNARE A VINCERE

Sarebbe dunque importante per gli ampezzani ottenere un buon risultato questa sera all’Odegar, in modo da avvantaggiarsi per il ritorno. All’Asiago la formula del return 2-play non piace molto e lo dimostrano le sconfitte nei doppi confronti con Fassa e Gherdeina. La squadra di coach Petri Mattila però ha un potenziale enorme, e si presenta al match con due vittorie consecutive contro Falcons e Vipiteno.

«Sarà una partita molto dura e con tante emozioni nonostante si giochi a porte chiuse», sottolinea ancora Barnabò, «in fin dei conti rimane sempre un derby. Dovremmo farci trovare pronti sin dall’inizio per portare a casa un risultato importante. I vicentini hanno costruito una squadra forte con l’innesto di nuovi giocatori italiani di esperienza».

Per la sfida di oggi l’Hafro potrebbe recuperare il portierone De Filippo, che ha iniziato ad allenarsi col gruppo da qualche giorno, difficile però una sua presenza da titolare.

CLASSIFICA

Salzburg B 16, Lubiana 15, Val Pusteria 14, Feldkirch e Lustenau 12, Jesenice e Gherdeina 11, Vipiteno 10, Kiztbuhel, Cortina Hafro, Asiago e Fassa 9, Renon e Bregenzerwald 4, Klagenfurt B 3, Linz 2. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi