Un corso online per arbitri Da Riz: «Useremo supporti ma faremo anche incontri»

BELLUNO

Arbitri cercasi, per quando riprenderà il campionato. E la sezione Aia di Belluno offre ancora una volta la più comoda e pratica possibilità a ragazze e ragazzi che intendano affacciarsi a questo mondo. È infatti attivo il secondo corso online gratuito, grazie al quale gli aspiranti direttori di gara potranno seguire da casa le lezioni propedeutiche allo svolgimento del non difficile esame finale.


COME FUNZIONA?

A specificare le modalità operative è il numero uno dei fischietti bellunesi, Devis Da Riz. «A tutti coloro che si iscriveranno verrà rilasciata una password. Accedendo al nostro sito www. aiabelluno. it, nell’area riservata al corso arbitri, potranno visionare i video nei quali il sottoscritto e il vicepresidente Daniele Sbardella (guardalinee in serie D, ndr) spieghiamo con l’ausilio di slides il regolamento del calcio. Poi, una volta a settimana, svolgeremo degli incontri online assieme ai ragazzi per fare il punto della situazione, così da chiarire dubbi, verificare la conoscenza delle regole studiate e così via. Un bel momento di confronto, nel quale si impara sempre. Non ci sono poi problemi per quanti si iscrivono in corso d’opera, perché riprenderemo sempre in mano ciò che manca all’aspirante arbitro». La modalità del corso online è apprezzata, in quanto consente di superare le difficoltà logistiche. Ad esempio, chi vive nell’alta provincia, faticava a scendere a Belluno con cadenza regolare per seguire il corso. Così invece uno può inseguire il proprio obiettivo restando comodamente a casa.

IDENTIKIT E RIMBORSI

I partecipanti al corso possono essere donne e uomini dai 15 ai 35 anni. Non vi sono costi a carico degli aspiranti arbitri, anzi vengono previsti rimborsi per ogni partita diretta, e di questi tempi per molti ragazzi può essere utile guadagnare qualcosa. Una volta superato l’esame, l’arbitro riceverà il materiale tecnico, crediti scolastici e la tessera per entrare gratuitamente in tutti gli stadi italiani. Per informazioni si può contattare tramite Whatsapp il numero 338 5091422, scrivere una mail a pres. belluno@aia-figc. it oppure seguire la pagina Facebook Aia Belluno. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi