È festa Mondiale per Alba De Silvestro. La comeliana trionfa ad Andorra nella staffetta

Battute Francia e Svizzera. È il suo primo oro iridato dopo quattro medaglie. «Felice, era il nostro obiettivo»

Gianluca Da Poian / ANDORRA

Alba d’oro. Al mondiale di scialpinismo sulle montagne di Andorra, brilla eccome la nostra Alba De Silvestro.


Vince il titolo iridato con la squadra femminile nella prova relay, assieme alle compagne di team Ilaria Veronese e Mara Martini. Una giornata trionfale quella vissuta dai colori azzurri, perché a salire sul gradino più alto del podio maschile sono stati Nicoló Canclini, Michele Boscacci, Robert Antonioli e Nadir Maguet. Non bastasse, ottima medaglia d’argento tricolore nella staffetta categoria Giovani.

Il tracciato di gara prevedeva il classico percorso della Sprint Race con l’aggiunta di una seconda salita e di una discesa. Nella prima frazione dove l’Italia schiera la Veronese, è stata la svizzera Marianne Fatton a prendere fin da subito il comando della gara, con il team elvetico dunque primo al cambio di testimone Spagna e all’Italia.

A questo punto entra in gioco proprio De Silvestro, che ha il grande merito di ridurre le distanze dalle due rivali. Non bastasse, proprio all’ultima discesa prima del secondo ed ultimo cambio la comeliana effettua il sorpasso, consentendo così a Mara Martini di giocarsi la terza frazione al comando. A darle i maggiori grattacapi è la scatenata svizzera Victoria Kreuzer, la quale però forza un po’ il ritmo nel tentativo di andare ad agguantare il primo posto e viene sorpassata dalla francese Axelle Gachet - Mollaret. Nonostante la pressione portata dalla francese, Martini non smarrisce la concentrazione ed anzi aumenta il ritmo, guadagnando ancora qualche secondo prima di affrontare la discesa e il rettilineo finale.

Per Alba De Silvestro, già vincitrice della Coppa del Mondo, è il primo oro al Mondiale, dopo l'argento individuale del 2019, l'argento (nel 2019 con Giulia Murada) e il bronzo (con Martina Valmassoi nel 2017) a squadre e il bronzo in staffetta nel 2017 (con Martina Valmassoi e Giulia Compagnoni).

«Sapevamo di poter vincere e l’obiettivo era quello», ci racconta una felicissima De Silvestro. «Non era comunque scontato farlo, perché sia le svizzere e sia le francesi erano davvero delle contendenti agguerrite ed assai forte. Noi però ci siamo tutte quante impegnate al massimo, riuscendo ad esprimerci con tre ottime performance. Dal punto di vista personale sono contenta di aver recuperato due posizioni, trovando quel primo posto poi mantenuto con attenzione da Mara».

La bellunese racconta anche in generale quali sia la condizione della neve sulla quale è in corso di svolgimento il Mondiale.

«Quest’anno ce n’è davvero poca ad Andorra, inoltre alcune ventate dal deserto del Sahara l’hanno resa quasi marrone. Non è proprio il top diciamo, ma va dato agli organizzatori di essere a sviluppare un bel tracciato, sia nella staffetta di ieri e sia martedì nella sprint».

Oggi è in programma la Vertikal, ma Alba De Silvestro ha deciso di non gareggiare.

«Mi prendo due giornate di riposo in vista dell’individuale di sabato. È la gara sulla quale punto maggiormente, quindi ho deciso di rinunciare all’impegno odierno».

Ordine d’arrivo staffetta femminile Senior WCH - La Massana: 1. Italia (Ilaria Veronese, Alba De Silvestro, Mara Martini) 37.00; 2. Francia (Emily Harrop, Léna Bonnel, Axelle Gachet - Mollaret) 37.39; 3. Svizzera (Marianne Fatton, Alessandra Schmid, Victoria Kreuzer) 37.49. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi