Contenuto riservato agli abbonati

Doppietta bellunese: Dolada e Pedavena a segno a braccetto

Nicola Pasuch / FELTRE

Turno perfetto per le due squadre bellunesi impegnate nel girone Est del campionato di bocce di serie A2 (specialità Volo). Hanno fatto bottino pieno sia il Dolada che il Pedavena. I pontalpini si sono imposti 16-10 sulle corsie del Cussignacco, i birrai l’hanno spuntata con il minimo scarto (14-13) nel match casalingo giocato a Feltre contro il Chiesanuova.


Pedavena - Chiesanuova 14-13

Per il Pedavena arriva così la prima vittoria stagionale, dopo il passo falso nel match d’esordio. L’avvio di partita è tutt’altro che incoraggiante (7-1 in favore degli ospiti): i feltrini riescono a strappare un solo punto grazie al 9-9 con cui capitan Casagrande pareggia nel primo individuale.

Nel combinato, De Min è beffato 25-24, nella prima coppia Casagranda e Turrin non sono molto più fortunati (10-8), nella terna Ceccon, Bottecchia e Dalla Porta cedono 9-6. L’inerzia della partita comincia a cambiare nel tratto centrale. Dopo aver perso la staffetta (37-34 a discapito di Avesani e Pauletti), il Pedavena si impone nel primo tiro di precisione (16-8 per Corrent) e nelle due prove dei tiri progressivi (33-32 per Avesani e 31-25 per Pauletti) lasciando alla formazione avversaria solamente il secondo tiro di precisione (21-16 ai danni di Casagrande). Infine, nell’ultimo giro delle prove tradizionali, gli uomini del ct Biesuz portano a casa tre delle quattro sfide: la seconda coppia (11-4 per Casagrande e Dall’O), il secondo individuale (11-6 per De Min) e la terza coppia (11-7 a favore di Corrent e Dalla Porta). Agli ospiti va soltanto il terzo individuale (11-4 nei confronti di Casagranda).

Cussignacco - Dolada 10-16

Avvio di partita equilibrato, con il Dolada che si afferma nella prima coppia (11-2 per Didina e Tiso) e nel primo individuale (11-5 per Di Tos) concedendo agli avversari il combinato (24-22 ai danni di Frare) e la prima terna (11-9 a discapito di Andrea Carlin, De Vecchi e Salvador).

Nelle prove veloci si assiste ad un monologo della formazione pontalpina che, al di là del secondo progressivo (28-25 a scapito di Mauro Carlin), ha la meglio in tutte le sfide: la staffetta (36-6 per Basano e Fabio Carlin), il primo tiro tecnico (22-9 per Frare), il secondo tecnico (13-6 in favore di De Vecchi) ed il primo progressivo (29-4 per Basano). Nell’ultimo giro delle prove tradizionali l’equilibrio iniziale si ripropone ma gli ospiti, forti del vantaggio accumulato, possono gestire senza affanni il finale di partita. Al Dolada vanno la seconda e la terza gara a coppie rispettivamente con Olivato e Tiso (10-8) e con Andrea Carlin e De Vecchi (11-7). Gli individuali, invece, sono preda della squadra di casa, che prima batte Frare 11-7, poi supera capitan Salvador 11-2. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi