Belluno acciuffa la Clodiense in zona Cesarini

Georges Petdji, autore del gol del pareggio del Belluno

Petdji risolve una mischia e regala ai gialloblù un meritato pareggio

CHIOGGIA. Con grande caparbietà il Belluno strappa un pareggio al “Ballarin” di Chioggia con un gol di Petdji in pieno recupero, quando la partita sembrava ormai appannaggio dell’Union Clodiense, passata in vantaggio a metà ripresa con Gioé. Il Belluno, che aveva retto benissimo nel primo tempo, è andato sotto al primo errore difensivo della gara, ha rischiato di prendere il gol del 2-0 che avrebbe segnato un tracollo difficile da recuperare, ma poi, alla fine, ottiene quel punticino che, sommato alla vittoria di Porto Tolle di mercoledì, mette in cascina quattro punti che possono vuol dire molto in chiave playoff.

Nella fase inziale la gara è una sorta di partita a scacchi. Al 13’ gli ospiti confezionano la migliore occasione del primo tempo, con Spencer che anticipa l’intervento di Porcino e di testa costringe Amatori ad allungarsi per deviare in calcio d’angolo. Proteste granata al 24’: Dan esce in presa alta su un cross dalla sinistra, ma perde palla, se ne avvede e vi si avventa Gioè che segna, ma l’arbitro vede un fallo che nessuna immagine è riuscita a catturare. 

Nella ripresa l’Union prova a ripartire forte ed a sorprendere la retroguardia bellunese, anche se è Mosca a procurare il primo brivido del secondo tempo calciando di poco a lato una punizione sul vertice sinistro dell’area di rigore. Al 24’ il gol della squadra di casa: cross ell’ex Madiotto, Ndreca vola in cielo, saltando sopra a Petdji e servendo di testa Gioé, che da due passi mette in porta. Al 38’il Belluno rischia il tracollo: lancio di Trento per Gioè, Dan sbaglia i tempi dell’uscita, ma l’attaccante albanese, con tutta la porta spalancata, calcia fuori sul palo più lontano, dove anche Madiotto non riesce ad arrivarci.

Il Belluno, nel finale, si getta in avanti alla disperata alla ricerca di un pari che sembra impossibile e che invece al 46’ si concretizza: corner di Mosca, Martino si perde la marcatura e per Petdji è un gioco da ragazzi spingere in rete la palla dell’1-1. 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi