Contenuto riservato agli abbonati

La Dolomiti Bellunesi pensa al ritorno del bomber Rocco

Daniele Rocco quando giocava a Belluno

L’attaccante ha lasciato  un grande ricordo a Belluno.  Intanto ha firmato Dario Teso  e si complica un po’ la permanenza di Spencer

Dario Teso, Wesley Spencer e soprattutto Daniele Rocco. Nuovo innesto ufficiale il primo, possibile partente a sorpresa il secondo, grande sogno di mercato il terzo. Il triplo fronte a cui lavora il direttore sportivo Marco Conte in sinergia con l’allenatore Renato Lauria è questo qui. Senza scordare gli altri aperti nell’ottica del completamento dell’organico della Dolomiti Bellunesi e che riguardano nomi importanti come quello del centrocampista Daniel Onescu.

Iniziamo proprio da Daniele Rocco, che a Belluno ricordano ancora con enorme piacere. La famosa tripletta allo Zugni Tauro nel derby contro l’Union Feltre fu solo l’apice di un’annata straordinaria a livello realizzativo. In quel campionato 2017-2018, con Michele Baldi in panchina sino alla parentesi finale di Ivan Da Riz, lui e Corbanese realizzarono quaranta gol.

Numeri da vittoria del campionato, se non fosse che in fase difensiva le statistiche erano quasi l’opposto. I due si intendevano a meraviglia e per Rocco quello fu il lancio verso tre stagioni di fila in serie C. Giana Erminio, Arzignano e Bisceglie in rigoroso ordine, con meno realizzazioni ma comunque un gran bel numero di presenze. Gli ultimi due campionati sono coincisi con altrettante retrocessioni ai playout, però alla Dolomiti Bellunesi questo importa poco meno di zero. Perché Rocco è un lusso per la D, ci mancherebbe altro. E in un nuovo progetto dove la classifica conterà fin da subito parecchio, pensare di disporre in attacco di una coppia del genere è sulla carta garanzia di molti punti in più in classifica. La trattiva non è semplice, ma affascina. Più defilati ora Alberti e Santi, altri due nomi sondati nel reparto offensivo.

TESO C’È

Nicola Giusti l’ha sponsorizzato e voluto a tutti i costi. La difesa trova così quel Dario Teso arrivato a metà aprile all’Union Feltre e protagonista nella salvezza verdegranata. In questo caso è già ufficiale l’operazione. Il 35enne veneziano conta su un curriculum di quasi 400 presenze in C, indossando le maglie di Jesolo, Venezia, Bassano, Italia San Marco, Tritium, Carrarese, Renate e Giana Erminio. Quest’anno era particolarmente a suo agio nella difesa a tre e chissà se ciò indirizzerà le scelte di modulo del tecnico Lauria.

SPENCER VA?

Sembrava scontata invece la permanenza del centrocampista 2002 Wesley Spencer. L’accordo però non si trova, soprattutto legato alla durata del vincolo da sottoscrivere. Con la fusione il ragazzo si è infatti svincolato dal Belluno. Così la Clodiense si è inserita e tenta il ragazzo, proponendogli un ruolo da protagonista nella rosa granata. Sarebbe una perdita pesante in chiave fuoriquota.

Video del giorno

Italian Tech Week 2021, la conference con Elon Musk e i protagonisti dell'innovazione

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi