Ben: «C’è troppa differenza ma questo per noi è un regalo»

L’allenatore promuove i suoi: «Eravamo fermi da più di un anno impossibile reggere il ritmo» De Mattia: «Tanti gol al passivo ma servono per fare esperienza» 

AURONZO

Nonostante il risultato del 10-0 i ragazzi neroverdi di mister Ben escono a testa alta dallo stadio “Rodolfo Zandegiacomo” di Auronzo. «La cosa più importante è che i nostri ragazzi si siano divertiti, il punteggio è relativo», commenta Enrico Ben, l’allenatore della Top 11 Radio Club 103. «Si tratta di un’esperienza formativa, un confronto utile e, possiamo dire, un bel regalo che la Lazio ci concede oramai da nove anni. Un gioco di palla molto veloce e una preparazione atletica già ad alti livelli sono stati i fattori decisivi per la vittoria biancoceleste. I nostri ragazzi, dobbiamo ricordarlo, sono fermi da più di un anno e ciò ha aumentato la differenza tra le due squadre del match».


Soddisfatto per la prestazione è il capitano neroblu Igor De Mattia che oramai da più di cinque edizioni partecipa alla tradizionale competizione tra top players bellunesi e laziali. «Anche se il livello delle due squadre è imparagonabile», spiega De Mattia, «per noi è sempre una bella esperienza. Dopo un anno e mezzo di pandemia non c’era nulla di pronto per affrontare una squadra con una intensità di gioco e con un livello fisico e tecnico molto elevato. Noi abbiamo provato a giocare, fino all’ultimo minuto, anche se i gol sono stati tanti. Gli avversari ci hanno messo a dura prova, ci lasciavano poco per pensare ma nel complesso il bilancio è positivo, noi ci siamo divertiti. È una competizione che speriamo di portare avanti ancora a lungo, già quest’anno, in rosa, abbiamo avuto diversi giovani cadorini di età molto giovani, è su di loro che dobbiamo puntare». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Italian Tech Week 2021, la conference con Elon Musk e i protagonisti dell'innovazione

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi