Alpe del Nevegal, mercoledì sopralluogo finale sul tracciato

Veneto Strade, Tre Cime asd e rappresentanti dell’Aci passeranno in rassegna i 5500m Un tributo a Renato Bombassei l’esposizione della prima Re.Bo.

BELLUNO

A meno di venti giorni dall’attesissimo evento, è tempo di collaudare il percorso della quarantasettesima edizione dell’Alpe del Nevegal, la cronoscalata automobilistica in programma dal 6 all’8 agosto. Il sopralluogo è stato organizzato da Veneto Strade, ente gestore della viabilità, e si terrà dopodomani a partire alle 9. 30. Vi parteciperanno, assieme alle autorità competenti, i rappresentanti della società organizzatrice (la Tre Cime Promotor asd) e quelli dell’Automobile club Belluno. Il collaudo del percorso rappresenta una tappa di avvicinamento fondamentale in vista della cronoscalata che, quest’anno, è valida sia per il trofeo italiano Velocità montagna nord e sia per il campionato austriaco della specialità. Anche quest’anno, come avviene pressoché ininterrottamente dal 1989 (l’anno di ripresa della corsa bellunese dopo oltre tre lustri di stop), il tracciato di gara si snoderà lungo la strada provinciale 31 del Nevegal.


Il percorso prevede infatti i classici 5500 metri che dalla piana di Caleipo si inerpicano all’Alpe in fiore, superando un dislivello di 526 metri tra la linea di partenza e l’arrivo, con una pendenza media che si avvicina al 10%.

Tributo a Bombassei

Ma in occasione di questa quarantasettesima edizione della corsa verranno anche celebrati i cinquant’anni di attività di un marchio bellunese che in ambito motoristico si è fatto apprezzare anche fuori dai confini italiani: il marchio ReBo, che contrassegna i prototipi realizzati dal geniale progettista cadorino Renato Bombassei. Era il 3 ottobre 1971 quando la prima ReBo di sempre (la tipo 01), ancora priva di carrozzeria, venne messa in moto per la prima volta. Proprio per celebrare il significativo anniversario, la Tre Cime Promotor ha deciso di affidare il ruolo di apripista ufficiale della competizione alla bellissima ReBo 05 di Mario Forlani.

«Da venerdì a domenica», anticipano gli organizzatori, «la vettura del romagnolo, sincero amico delle Dolomiti e del Bellunese, sarà esposta nel paddock, in un apposito stand per essere ammirata». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi