Cortina Trophy, è spettacolo Rebagliati e la Burato imprendibili per tutti i rivali

Nel percorso breve Toccoli e la Zocca sono i primi ad arrivare in corso Italia Due i bellunesi sul podio nel Classic: Martina De Silvestro e Andrea Candeago

CORTINA

Lo spettacolo delle ruote grasse, nella splendida cornice di Cortina.


È lo spettacolo di Cortina Trophy, evento della mountain bike andato in scena sabato a cura di Cortina Mtb Experience, realtà organizzativa coordinata da Federico Canalini. Due i percorsi a disposizione dei concorrenti: il Marathon (77. 2 chilometri di sviluppo e 2.476 metri di dislivello positivo, con gli inediti spettacolari passaggi alle 5 Torri, Forcella Averau e Tofanina, per poi transitare dal passo Posporcora e rifugio Mietres prima di scendere verso l’arrivo nel centralissimo corso Italia) e il Classic (48. 6 chilometri di sviluppo e 1. 302 metri di dislivello positivo). Alla fine 188 i classificati sul percorso lungo, che ha registrato le vittorie di Marco Rebagliati e Chiara Burato; 150 in quello più corto, dove si sono imposti Zaccaria Toccoli e Lorena Zocca. Due i bellunesi che sono saliti sul podio, entrambi nel Classic: la comeliana dello Spiquy Team Martina De Silvestro, seconda, e il bellunese del Team Rudy Project Andrea Candeago, terzo.

Classifica Marathon maschile (77. 2 km – 2. 476 metri di dislivello positivo).

1. Marco Rebagliati (Wilier 7c Force) 3h56’02; 2. Aleksei Medvedev (Soudal Leecougan Racing Team) 3h59’39; 3. Domenico Valerio (Ktm Protek Elettrosystem) 4h03’14”; 4. Armin Dalvai (Rh Racing Kronplatzking) 4h06’42”; 5. Simone Linetti (New Bike 2008 Racing Team) 4h12’10”; 6. Sebastiano Frassetto (Ciclissimo Bike Team) 4h16’41”; 7. Simone Ferrero (New Bike 2008 Racing Team) 4h27’06”; 8. Andrea Zampedri (Lissone Mtb) 4h33’22”; 9. Marco Villa (Lissone Mtb) 4h34’08”; 10. Samuele Raffaelli (Race Time) 4h35’19”.

Classifica Marathon femminile (77. 2 km – 2. 476 metri di dislivello positivo).

1. Chiara Burato (Omap Cicli Andreis) 5h07’34”; 2. Chiara Mandelli (Team Spacebikes) 5h31’31”; 3. Fabiana Pellin (Gus Bike Team) 6h29’03”; 4. Alessandra Teso (Mr Factory Team) 7h42’12”.

Classifica Classic maschile (48. 6 km – 1. 302 metri di dislivello positivo).

1. Zaccaria Toccoli (Team Todesco) 2h16’06”; 2. Leopoldo Rocchetti (Bike Therapy) 2h19’37”; 3. Andrea Candeago (Team Rudy Project) 2h24’26”; 4. Tiziano Carraro (Chero Group Team Sfrenati) 2h24’41”; 5. Andrea Dei Tos (Olympia Factory Team) 2h25’15”; 6. Davide Mancin Majoni (Bike Pro Action) 2h27’02”; 7. Paolo Chilese (Trevimac Bike Team) 2h27’41”; 8. Simone Pederiva (Sprint Vidor La Vallata) 2h28’12”; 9. Daniele Lievore (Torre Bike) 2h29’18”; 10. Pietro Patuelli (Soudal Leecougan Racing Team) 2h24’17”.

Classifica Classic femminile (48. 6 km – 1. 302 dislivello positivo).

1. Lorena Zocca – (Sc Barbieri) 2h57’20”); 2. Martina De Silvestro (Spiquy Team) 3h01’25”; 3. Patrizia Romanello (Torpado Sudtirol Mtb Pro Team) 3h03’12”; 4. Orietta Tosadori (Sildom Garda) 3h26’53”; 5. Denise Faziani (Team Passion Faentina) 3h39’24”; 6. Alessandra Disarò (Biciverde) 3h40’38”; 7. Marcela Kašjaková 4h05’29”; 8. Elisa Grilli (Medinox) 4h06’58”; 9. Meriziana Florian (Mtb club La Perla Verde) 4h07’13”; 10. Simona Minute (Pedale Feltrino) 4h08’35”. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Torino, i cinghiali in città rovesciano i cassonetti in cerca di cibo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi