Ormai è padel mania: è al parco Lotto la culla del Bellunese

Cristian De Moliner ha vinto la sua scommessa e ora punta anche ad ampliarsi «Non stiamo dietro alle richieste, l’idea è un secondo campo stavolta al coperto»

BORGO VALBELLUNA

Il maestro. Cristian De Moliner, istruttore di tennis a Sedico e gestore del parco Lotto di Trichiana, a Borgo Valbelluna, non ha avuto paura di scommettere sul padel; una disciplina che, fino a pochissimi anni fa, era pressoché sconosciuta ai più, in provincia.


«Ci è voluto un po’ di coraggio», rivela, «anche perché il costo di un campo si aggira attorno ai trentamila euro. Ma per ora l’idea di realizzarne uno al parco Lotto si è rivelata vincente. Anzi, anche a Norcen di Pedavena, da quanto so, stanno cominciando a pensare di realizzarne uno a loro volta».

Ma qual è la storia di questo sport che somiglia al tennis ma si gioca in un campo chiuso da pareti?

«Il padel è nato in Sud America. Si è sviluppato in Spagna ed è arrivato in Italia, dove si sta diffondendo velocemente. Al momento è senza dubbio uno degli sport che vanno più di moda. Nel Bellunese siamo gli unici ad avere un impianto, quello del parco Lotto di Trichiana. Forse è anche per questo che stiamo avendo un così grande successo. Si gioca in doppio ed è uno sport molto semplice. Sono già più di duecento le persone che a rotazione frequentano il nostro campo di padel al parco Lotto».

Pensate di allargarvi?

«Sì, anche perché in queste settimane il campo è sempre prenotato ed occupato. Già questa settimana dovremmo dare il via alle pratiche per la realizzazione di un secondo campo, al coperto. In questo modo saremo nelle condizioni di accontentare le richieste di tutti e, soprattutto, potremo praticare questa disciplina anche nel periodo invernale. In Veneto il padel sta andando bene ma da noi, se praticato all’aperto, risente delle condizioni climatiche. Con la realizzazione di un campo coperto potremo finalmente superare anche questa difficoltà».

Attiverete dei corsi?

«Sto già impartendo lezioni sia a ragazzi e sia ad adulti. Abbiamo molte richieste. La tecnica è più semplice di quella del tennis, inoltre non è molto impegnativo fisicamente. Chi si avvicina a questa disciplina? La maggior parte non pratica tennis, o almeno non lo fa a livello agonistico. Numerosa è poi la presenza delle donne che, in genere, si avvicinano in numero più contenuto al tennis».

C’è la prospettiva di dare vita anche ad un’attività agonistica in Valbelluna?

«L’idea è proprio quella di cimentarci, dal prossimo anno, anche nell’attività agonistica. Il mondo del padel è compreso nella federazione italiana tennis e il funzionamento delle competizioni, dai tornei agonistici ai campionati a squadre, è sostanzialmente identico».

Per utilizzare il campo del parco Lotto occorre prenotarsi registrandosi sul sito www. parcolotto. com e poi scaricare l’app Parco Lotto; oppure chiamando il centro sportivo negli orari di apertura al numero 3756990436. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi