Applausi e fuochi d’artificio La Lazio sfila per i suoi tifosi

In quattrocento sulle tribune del “Rodolfo Zandegiacomo” a salutare la squadra Il presidente Lotito: «Questa ormai è la nostra casa, l’accoglienza è super» 

AURONZO

La Lazio sfila sul campo di Auronzo. Nella serata di ieri spazio alla presentazione della squadra, accolta dagli applausi dei tifosi e dal tanto affetto dei 400 sulle tribune del Rodolfo Zandegiacomo.


È l’atto pubblico più importante del 14° ritiro bianco celeste ai piedi delle Tre Cime ed i tifosi hanno risposto “presente”.

Con ritardo, alle 21.45, inizia la presentazione della squadra. Al microfono c’è la conduttrice di Radio Club 103, Barbara Paolazzi, sugli spalti circa 400 tifosi distanziati e con mascherina. Proprio la paura del contagio ha fatto spostare la sede della presentazione, su indicazione della Questura, da piazza Santa Giustina al campo.

L’atmosfera si scalda con alcuni cori d’incitamento dalle tribune e qualche applauso ai protagonisti che arrivano a bordo campo. Come prima cosa spazio ai saluti istituzionali del sindaco Tatiana Pais Becher, con i ringraziamenti ai fautori di questo ennesimo ritiro segno del legame tra i tifosi laziali e i cittadini auronzani. A portare il saluto della Provincia il presidente Roberto Padrin, seguito dal senatore Paolo Saviane.

Poi il momento clou con la sfilata dei giocatori fino al centro del campo, tra gli applausi dei sostenitori. Particolarmente osannati Radu, Milinkovic, Felipe Anderson, Caicedo e Luis Alberto.

Tanto affetto anche per l’aquila Olimpia ma soprattutto per mister Sarri, ultimo ad essere nominato e sommerso dal coro e dagli applausi.

«C’è una bellissima atmosfera qui», ha detto il mister, «mi sento a casa. C’è un’accoglienza pazzesca e tanto entusiasmo, vi ringrazio tutti».

Nel finale parola anche al presidente Lotito che ha ringraziato i tifosi per il grandissimo supporto. «Auronzo è ormai la nostra casa, l’accoglienza è super, ci sentiamo ben voluti», ha detto il numero uno laziale che ha poi premiato il Cs Auronzo per i suoi100 anni.

Sulle rive del lago uno spettacolo pirotecnico ha poi concluso nel migliore dei modi la serata. Ieri, oltre alla seduta vaccinale per tutta la squadra, spazio alla consueta doppia seduta di allenamento.

Negli scorsi giorni, con alcuni scatti in riva al lago, è stata presentata anche la seconda maglia per la prossima stagione, utilizzata poi nell’amichevole con la Triestina.

Oggi si torna subito a lavorare, senza pause e con tanta intensità. Sono gli ultimi giorni di questo 14° ritiro ad Auronzo. Martedì alle 18 la squadra affronterà un’amichevole contro il Padova di Serie C prima di salutare il paese delle Tre Cime. L’appuntamento per il prossimo anno è già fissato, con la speranza di riuscire a portare in Cadore anche la squadra femminile del club. Intanto si lavora già per il 2023, con il contratto stipulato tra società ed amministrazione che prevede una clausola per allungare il binomio vincente Lazio – Auronzo. —



Video del giorno

Canarie, nuova colata lavica nella notte: case travolte a La Palma. Il video velocizzato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi