Lehmann non delude Sulle rive e nel lago nessuno gli sta dietro

Il favoritissimo asso ungherese tiene a debita distanza Ragazzo e Bortolamedi Tra le ragazze, Francesca Crestani mette in fila Lilli Gelmini e Giada Stegani

ALPAGO

Sono l’ungherese Csongor Lehmann e la vicentina Francesca Crestani i trionfatori della Triathlon Sprint Gold Silca cup andata in scena ieri sulle sponde del lago di Santa Croce. Notevoli i contenuti agonistici della manifestazione alpagota organizzata da Silca Ultralite Vittorio Veneto che nel fine settimana tra gare assolute e gare giovanili (queste ultime, dedicate a nuoto e corsa, si sono svolte sabato) ha visto numeri importanti: 800 i concorrenti.


Prima le donne

La giornata di ieri è cominciata alle 9, con la gara delle donne. Dopo i 750 metri di nuoto, ad uscire per prima dall’acqua è la giovanissima junior Giada Stegani (Leosport), già trionfatrice del Triathlon Kids di Revine di inizio luglio, seguita da Elisa Marcon (Cus Pro Patria Milano) e Lilli Gelmini (707). Le prime due, una volta salite in bicicletta, allungano un po’ sulle inseguitrici, ma dietro si organizzano e spingono, tanto da riuscire a rientrare.

Dopo i 19, 3 km le prime in zona T2 sono Erica Mazzer (Silca Ultralite Vittorio Veneto), Crestani (Tri Schio) e Gelmini. Appena iniziata l’ultima frazione, i 5 chilometri di corsa a piedi, a prendere il largo è Crestani. Nessuno la riprende più e la vicentina vince in 1h01’35’’, precedendo Gelmini (1h02’14’’) e Stegani (1h02’18”0. Sfiora il podio, con il quinto posto, l’atleta Silca, Erica Mazzer. «Sono uscita tra le prime cinque dall’acqua, poi con altre abbiamo recuperato in bici e a piedi ho staccato subito tutte», commenta la vincitrice, «sono davvero contenta. Ora mi prenderò una settimana di pausa e poi proseguirò gli allenamenti in vista dei tricolori under 23 sprint».

Gli uomini alle 11

Poco prima delle 11 lo start per gli uomini, suddivisi in cinque batterie. Gara combattutissima fin da subito. Dopo i 750 metri di nuoto, escono dall’acqua in testa in tre: l’ungherese Lehmann, il padovano Nicolò Ragazzo e il trentono Michele Bortolamedi. Il terzetto spinge forte anche in bicicletta, tanto da ritornare in zona cambio con ampio vantaggio sul gruppetto inseguitore. Poco dopo l’inizio della terza e ultima frazione, a prendere il largo è proprio l’ungherese, sempre velocissimo nella corsa. Per lui la seconda vittoria in un evento Silca, dopo il trionfo in Coppa Europa a Caorle il 15 maggio. Ad avere la meglio nella volata per il secondo posto è Ragazzo su Bortolamedi.

«Sono molto contento della prestazione», commenta il vincitore, «sapevo di essere in forma dopo la vittoria di una settimana fa in Coppa Europa a Tiszaujvaros. Infatti ho spinto forte fin da subito, sia nel nuoto che in bicicletta. Poi sapevo di stare bene nella corsa e così ho attaccato appena iniziata la frazione a piedi. Sono riuscito ad accumulare subito un buon vantaggio, che mi sono portato fino al traguardo. Ci tenevo a far bene e dare tutto quello che avevo». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi