Maccabruni, tanta voglia di stupire: «Arrivo carico a mille»

Il neo regista della Drl Belluno convinto dal tecnico Poletto «Mi vuole al centro del progetto e devo iniziare a prendermi un certo tipo di responsabilità»

BELLUNO

Ha vent’anni esatti in meno del suo predecessore, Gian Luca Colussi. Ma, a dispetto dell’età (è nato nel 1999), vanta già una lunga trafila di esperienze in serie A. Il nuovo regista della Da Rold Logistics Belluno neopromossa in A3, Filippo Maccabruni, è nato a Segrate (Milano) ventidue anni fa. Negli ultimi cinque campionati ha indossato le maglie di Club Italia, Mondovì, Lagonegro, Cisano e Bolzano. Approda a Belluno «prontissimo e carico per affrontare questa annata», garantisce, «qui c’è un progetto serio e con basi solide, sostenuto da una società che ha grandi ambizioni ed è desiderosa di arrivare al top. Mi sono convinto subito, anche perché la nuova esperienza è in linea con gli obiettivi che mi sono prefisso per lo sviluppo della mia carriera».


Che ruolo ha avuto il riconfermato coach Diego Poletto nel convincerti a scegliere Belluno?

«Mi ha fatto capire all’istante che crede in me. Mi ha dato fiducia e, dal canto mio, sento il bisogno di prendermi responsabilità di un certo tipo, di esprimermi a un livello importante. Non conoscevo Belluno, ma la competenza delle persone all’interno della società non mi ha mai fatto dubitare di nulla. So che la città è tranquilla, ai piedi delle montagne: l’ideale per lavorare sereni e dare il meglio».

A qualche settimana dall’inizio della preparazione, Maccabruni ha già le idee chiare...

«Spero di non deludere chi ha riposto fiducia in me. Darò il massimo e sarò sempre a disposizione dei compagni e delle persone che gravitano attorno alla squadra. In definitiva, vorrei essere all’altezza: dentro e fuori campo».

Filippo Maccabruni è uno dei sei nuovi volti della Pallavolo Belluno che, dopo aver sfiorato sul campo la promozione dalla serie B, è approdata in A3 acquisendo i diritti della categoria dall’UniTrento. Gli altri nuovi acquisti della Da Rold Logistics sono stati il centrale Matteo Mozzato e i laterali Danilo De Santis, Alessandro Graziani, Massimo Ostuzzi e Alberto Gionchetti. Alle conferme (Matteo Piazzetta, Alex Paganin, Alessandro Della Vecchia, Giovanni Candeago, Andrea Milani e Gonzalo Martinez) si è aggiunto anche il bellunese Tommaso Pierobon, nelle le vesti di secondo libero. Titolo di B a Torino. Avendo acquisito i diritti della serie A3 dall’UniTrento, la Pallavolo Belluno ha potuto cedere quelli della serie B maschile (che si era fermata, come noto, ad un soffio dal traguardo della promozione, perdendo soltanto al golden set la finale con Bologna). Ad acquisire dalla Pallavolo Belluno il diritto sportivo per disputare la serie B maschile nel campionato 2021-2022 è stata la società piemontese della Arti e Mestieri di Torino. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Italian Tech Week 2021, la conference con Elon Musk e i protagonisti dell'innovazione

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi