Contenuto riservato agli abbonati

Il Limana Cavarzano è già al lavoro a Gron. Parteli: «La rosa ha dei valori importanti»

Foto di gruppo per il nuovo Cavarzano Limana

Primo allenamento dopo la fusione estiva con un occhio al Covid. «Speriamo di poter finire questo campionato»

L’Unione Limana Cavarzano inizia ufficialmente la stagione. Agli ordini di mister Parteli e del suo staff tecnico 27 giocatori si sono radunati ieri sera a Gron di Sospirolo per dare inizio alla preparazione che porterà all’inizio del campionato di Promozione previsto per il 19 settembre. L’unione delle prime squadre ha permesso di alzare l’asticella e i giallorossoblù punteranno ai playoff; la sensazione è che la squadra abbia le carte in regola per poter lottare per raggiungerli.

«Il primo obiettivo della stagione è cercare di cominciare e finire il campionato», spiega Parteli pochi minuti prima dell’inizio della seduta di allenamento, «sappiamo che ancora quest’anno bisognerà convivere con il Covid, quindi il primo traguardo è quello di riuscire a concludere la stagione. In che modo non lo so, probabilmente con pause e recuperi. Per quanto riguarda l’obiettivo sportivo, vogliamo fare bene per noi vuol dire arrivare nei playoff. Le società hanno fatto uno sforzo importante per unirsi e creare questa nuova realtà. Questo però ci deve allo stesso tempo far partire con i piedi per terra. Mi ricordo che l’anno scorso nelle prime cinque partite, né Limana, né Cavarzano, hanno vinto una partita. Bisogna prima di tutto fare i punti in campo».

UNA ROSA AMPIA

Il direttore sportivo Carlo Cassol in accordo con la società e l’allenatore ha allestito una rosa che può contare su numerosi giocatori, proprio per far fronte ad eventuali momenti difficili causati dal Covid.

«Abbiamo giocatori di qualità e con esperienza che hanno giocato anche in categorie superiori», continua Parteli, «sono molto contento del mercato fatto. Conosco i ragazzi, gli uomini prima che i giocatori. Ho un gruppo di “vecchi” con valori importanti, li conosco praticamente tutti. A loro abbiamo aggiunti ragazzi giovani importanti del 2001 e del 2003 che hanno voglia di mettersi in mostra. Alcuni di loro ci sono stati prestati e mi auguro di poterli aiutare nelle categorie in cui giocavano o nelle società che ce li hanno prestati. Il discorso della rosa ampia è stato scelto per il covid, serviranno più giocatori. I ragazzi sanno che sarà dura per tutti conquistarsi un posto da titolare e mantenerlo. Ci sarà da sacrificare qualcosa di personale per cercare di raggiungere l’obiettivo comune di squadra. I più giovani sanno che dovranno lavorare duro e se dimostreranno di essere pronti troveranno posto in prima squadra».

RINGRAZIAMENTI PRIMA DI PARTIRE

Il tecnico sottolinea infine lo sforzo fatto dalle due società e apprezza la scelta di alcuni giocatori, sponda Limana, che hanno deciso di restare.

«Ringrazio l’Unione Limana Cavarzano per la rosa che mi è stata messa a disposizione e ringrazio anche in particolare i ragazzi di Limana che si sono ridimensionati per restare nei canoni che avevamo a Cavarzano. Hanno dimostrato grande attaccamento e voglia di mettersi in gioco. Sono poi contento del gruppo che avevo negli ultimi anni in giallorosso e che ho ritrovato Siamo molto entusiasti di partire».

LA ROSA

Portieri: De Carli (1984), Zanon (2003), Poloni (2003). Difensori: Loat (1996), Brustolon (1986), Fontana (1997), Marco Paier (1992), Marcon (2000), Sartori (1995), Dal Paos (2001), Centrocampisti: De Marchi (2003), Salvador (2003), Simone Malacarne (1989), Luca Malacarne (1992), Moretti (1997), Appocher (2003), Maset (2003). Attaccanti: Fiabane (2001), Mastellotto (1991), Del Din (1992), De Giacometti (1983), Jacopo Paier (1998), Radrezza (1989), Boso (1999), De Toffol (2003), De Poloni (2001).

Staff tecnico: Parteli, Barbazza, D’Alfonso, Perale, Pianon e Tormen.

Al momento sono arrivati in prova Waffo (2003) svincolato dal Belluno, Haroku (2002) ex Union Feltre e Solagna (1997).

LE AMICHEVOLI

Una preparazione ricca di appuntamenti. Dopo i tre allenamenti previsti per questa settimana (domani riposo), venerdì la squadra affronterà alle 19 in trasferta il Vittorio Veneto.
Dopo altri tre allenamenti sarà la volta, venerdì 13, il Cartigliano mentre nella terza settimana di lavoro le amichevoli saranno due. La prima mercoledì 18 in casa contro il Bassano mentre tre giorni dopo sarà la volta della sfida contro il Liapiave.
L’amichevole di spicco sarà sicuramente quella prevista per mercoledì 25 agosto contro le Dolomiti Bellunesi, la società nata dalla fusione di Belluno, Union Feltre e San Giorgio Sedico.
Venerdì 27 agosto Brustolon e compagni partiranno per un mini ritiro a Lamon fino a domenica 29, quando giocheranno contro il Valbrenta.
Il 1 settembre si dovrebbe giocare l’ultima partita amichevole contro i trevigiani del Giorgione in attesa del 5 settembre con la Coppa Veneto.

Video del giorno

Dopo l'eruzione del vulcano sottomarino, a Tonga le onde colpiscono la costa

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi