Contenuto riservato agli abbonati

Onescu, il giramondo è tornato a casa. «Il nome Dolomiti è nel mio destino»

Daniel Onescu con la moglie Arianna e la figlia Eva

Nel 2002 arrivò in Italia dalla Romania: «Abitavo a Sospirolo, poi mio padre comprò casa a Sedico. Che salvezza con il Belluno di Borgato»

Dolomiti Onescu. Belluno, identificandola come provincia calcistica, ha riabbracciato uno dei suoi giocatori più rappresentativi nella storia del calcio professionistico. Il conteggio dice poco meno di 300 presenze in serie C2, C1 e C unica, vestendo le maglie di Rimini, Grosseto, Fidelis Andria, Bisceglie, Catanzaro, Virtus Verona e Paganese. Un giro d’Italia da Nord a Sud, dando sempre il massimo e guadagnandosi maglie da titolare ovunque.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi